Lazio, tris e divertimento: riparte la giostra, Cagliari ko

11.02.2024 07:10 di Edoardo Zeno Twitter:    vedi letture
Lazio, tris e divertimento: riparte la giostra, Cagliari ko

Nel pre partita Sarri aveva parlato di uno smarrimento del senso del divertimento. Il confronto in settimana tra staff e squadra è servito a qualcosa. Dopo due sconfitte e un pareggio, la Lazio torna a vincere e a divertire. Schiantato 3-1 il Cagliari su un campo ostico come quello dell'Unipol Domus. L'impatto sul match è subito importante. Sul terreno di gioco scende una squadra convinta, determinata e con tanta voglia. Lo si capisce dopo pochi secondi quando il solito Guendouzi strattona il povero Deiola che lo aveva pressato con troppa veemenza.

E' lo stesso capitano rossoblù ad aprire le danze, ma nella porta sbagliata. L'autogol libera mentalmente ancora di pù i biancocelesti che fanno la partita, gestiscono bene il pallone e trovano con frequenza ottimi corridoi verticali. Scuffet si esalta due volte nella prima frazione disinnescando due conclusioni di Immobile. Più facile, invece, la parata su Isaksen. L'appuntamento è solo rimandato per il 17 biancoceleste che a inizio ripresa fa 200 in Serie A con un tap-in da rapace d'area di rigore.

Neanche il tempo di centrare il pallone che il Cagliari la riapre subito con una meraviglia di Gaetano. Sembra il preludio a un finale di sofferenza per il popolo laziale, ma Felipe Anderson non sembra d'accordo. Il brasiliano sgasa sull'esterno e batte Scuffet sul primo palo, aiutato anche da una deviazione. Tris Lazio e sigillo sul match. Tre le brutte notizie: i due gialli a Romagnoli e Vecino che erano in diffida e salteranno il Bologna e il palo che nega la gioia personale a Kamada. La buona è sicuramente il ritorno alla vittoria, Sarri esce dal tunnel negativo, la giostra sembra ripartita. Adesso speriamo non si fermi più.

Pubblicato il 10/02