PAGELLE Bologna - Lazio: Immobile spento, Leiva in ritardo. Dietro si balla

28.02.2021 07:22 di Carlo Roscito Twitter:    Vedi letture
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
PAGELLE Bologna - Lazio: Immobile spento, Leiva in ritardo. Dietro si balla

REINA 5: Tutt’altro che impeccabile: Orsolini tira all’improvviso, la respinta non è eccezionale e consente a Mbaye di spingerla dentro. Sansone lo fulmina senza dargli diritto di replica. Regala meno sicurezza rispetto agli standard stagionali.

PATRIC 5: Il giallo è il leitmotiv delle sue partite, le disattenzioni lo stanno diventando. Nel primo tempo sbaglia un appoggio semplice che si trasforma in una ripartenza del Bologna, la differenza rispetto a martedì sera è che a fuggire è Barrow e non Sané. Fuori posizione sul cross dello stesso attaccante: non ci arriva con la testa ed ecco il 2-0.

Dal 65’ PEREIRA 5,5: Niente di eccezionale, però un po’ di vivacità in più la regala. Forse poteva entrare prima.

HOEDT 5: Da Atalanta-Lazio di Coppa Italia in poi non ha più convinto in nessuna partita. Nessun errore in particolare a Bologna, però la sensazione che vada troppo facilmente in sofferenza. Non contiene le folate offensive di Barrow e compagni.

ACERBI 5: Spinge sulla sinistra, la produzione offensiva è poco rilevante e allora torna il solito punto interrogativo: essendo senza dubbio il più bravo lì dietro, non sarebbe stato meglio ancorarlo al centro? Deve proteggere anche per tutti gli altri. Sfiora il gol nel finale, anche lui non dà il meglio di sé.

LAZZARI 5: Dura solo un tempo, si fa male perché ritarda una conclusione e colpisce l’avversario invece del pallone. Si fa bruciare da Mbaye sull’azione che sblocca la partita.

Dal 46’ LULIC 5: Dentro all’intervallo, in enorme difficoltà dal punto di vista fisico e atletico. Uno sbaglio dietro l’altro, purtroppo è in affanno. Era alla terza partita in una settimana, troppo dopo lo stop così lungo.

MILINKOVIC 5,5: Fa correre un infarto a tutti al primo pallone toccato, giggioneggiando in area pressato da tre avversari. Ci si aspetta di più da uno come lui, ma quantomeno prova a inventare qualcosa. 

LEIVA 4,5: Gambe imballate, ha giocato e rigiocato senza riposare, forse in modo controproducente. Orsolini colpisce in area in una zona che dovrebbe coprire con un suo rientro. Viene saltato troppo facilmente, lontano parente dal giocatore straordinario che si è visto un’infinità di volte.

Dal 65’ CATALDI 6: Entra a gara praticamente compromessa. I problemi fisici non lo hanno aiutato, ha perso posti nelle gerarchie di Inzaghi. Un altro che probabilmente avrebbe potuto trovare più spazio.

LUIS ALBERTO 5,5: Qualche filtrante magico, poi sparisce nel secondo tempo come tutti gli altri. Fino all’intervallo si era fatto notare per un paio di percussioni interessanti. Viene sostituito da un attaccante per provare il tutto per tutto.

Dal 76’ CAICEDO 6: Un quarto d’ora a disposizione, tira fuori una sola conclusione di destro in diagonale.

MARUSIC 5: Perde contatto da Sansone che gira di prima intenzione in porta. Un passo indietro rispetto alle buonissime prestazioni dell’ultimo periodo. Ma è un crollo generale.

CORREA 5: L’unica cosa buona: il rigore guadagnato in apertura, avrebbe potuto indirizzare la partita in modo diverso. Per il resto è inconcludente al massimo: sciupa un contropiede d’oro nel primo tempo, non tira né riesce a passarla ai compagni. La giocata non era complicata. Nella ripresa può calciare almeno due volte e invece prova un dribbling di troppo.

IMMOBILE 4,5: Prestazione disastrosa, un peccato vederlo così. Sembra stanchissimo, non ne azzecca una. Si fa murare da Skorupski, lui che è uno specialista dal dischetto. Calcia malissimo il rigore. Sponde fuori misura, esce dopo un’ora abbondante.

Dal 65’ MURIQI 5: Tiri sballati, poche punizioni guadagnate, oggi un ingresso inesistente.

ALL. INZAGHI 5: La Lazio la perde male, il rimpianto può esserci solo per il rigore fallito da Immobile. Sliding doors della partita, subito dopo la squadra va sotto. Brutto ko, non riesce a gara in corsa a metterci una pezza.

Pubblicato il 27/02