FOCUS - Lazio, è tornato il tuo Picasso: Luis Alberto e la riscoperta del 10 classico

Pubblicato il 03/01/2019 alle ore 16:30
04.01.2019 07:20 di Alessandro Vittori Twitter:   articolo letto 6989 volte
Fonte: Alessandro Vittori - Lalaziosiamonoi.it
FOCUS - Lazio, è tornato il tuo Picasso: Luis Alberto e la riscoperta del 10 classico

Preparate la tela, il supporto, i colori e il pennello, lui creerà un’opera d’arte. Il lavoro ordinario è per tutti, Luis Alberto trova completa espressione nella creazione, nella qualità della giocata. È il Picasso della Lazio, colui che ha dipinto le trame più belle della scorsa stagione e alcune di quella in corso. Guai fisici ne hanno condizionato il cammino nella seconda parte dell'anno, ma una volta ritrovata la forma lo spagnolo è tornato al suo solito show, quello della classe al potere.

TREQUARTISTA O CENTROCAMPISTA - Ha iniziato la stagione prendendo il numero 10, quello dei grandi fantasisti. Luis Alberto nello scacchiere di Inzaghi ricopre quel ruolo, interpretandolo in una duplice versione. Può fare il trequartista alle spalle della punta o la mezzala, non facendo mai diminuire la qualità che riesce a imprimere allo spartito. L'anno scorso è esploso da secondo attaccante, oggi invece ha ritrovato la verve più arretrato. Per rimanere tra le eccellenze spagnole, un incrocio tra Xavi e Iniesta: Luis Alberto sa far partire l’azione al fianco di Leiva, così come lanciare in profondità Immobile verso la porta avversaria. È tornato brillante, inizia il divertimento.

UN 10 DA ANNI DUEMILA - Nell’ultimo decennio la Spagna è forse la nazione che ha regalato più talento al calcio. Tare proprio in questa fucina ha pescato, per invertire la tendenza dilagante in Serie A del trequartista di inserimento. Ai movimenti devono pensare gli altri, il numero 10 deve avere qualità per rinverdire la tradizione di inizio millennio, quando quello italiano era il campionato più bello del mondo. Luis Alberto si insinua nel solco dei Veron, Mancini, Zidane, R.Baggio, Boban, Rui Costa, Ortega, Djorkaeff, coloro per cui valeva la pena pagare il prezzo del biglietto. Con le dovute proporzioni, lo spagnolo proprio così ha trovato il suo abito perfetto.