Lazio - Chievo, le statistiche del match: l'espulsione pesa, ma non troppo

Pubblicato il 21/04 alle ore 08:30
22.04.2019 07:22 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Francesco Mattogno - Lalaziosiamonoi.it
Lazio - Chievo, le statistiche del match: l'espulsione pesa, ma non troppo

È una Lazio quasi surreale quella vista sabato pomeriggio all'Olimpico. I ragazzi di Inzaghi sono scesi in campo scarichi e poco determinati, finendo nel dover rincorrere una partita che avrebbero dovuto comandare. In questo ha sicuramente pesato l'espulsione di Milinkovic dopo 30 minuti, ma anche fino a quel momento i biancocelesti avevano fatto ben poco per rendersi pericolosi. Lo dimostrano i tiri in porta: 0 al momento del cartellino rosso rimediato dal serbo.

I NUMERI DI SQUADRA – La Lazio inizia a giocare a risultato compromesso, una volta in inferiorità numerica i biancocelesti creano qualcosa, ma la miglior fase della partita è quella che arriva dopo il 2-0 del Chievo. La Lazio reagisce rabbiosamente tirando a fine gara 18 volte di cui 4 in porta (7-0 era il bilancio 11 contro 11). La fase centrale del secondo tempo è stata dominata dai biancocelesti che, nonostante l'uomo in meno, chiuderanno la gara con il 55% di possesso palla e il 57,1% di supremazia territoriale nei confronti dei clivensi. Supremazia sterile, come spesso ha abituato la Lazio. Nessuno dei 10 tiri degli ultimi 15 minuti è finito nello specchio della porta, anche se il dato di expected gol (1.73 a 0.98 del Chievo) fa intendere che il pareggio finale sarebbe stato il risultato più giusto. I gialloblu hanno toccato meno volte la palla (566 a 631) ma hanno tirato più volte verso i pali difesi da Strakosha (7 volte contro 4 della Lazio). A fine gara il dato dei km percorsi rimane falsato dall'assenza di Milinkovic, saranno 109.321 i km del Chievo e 98.175 quelli della Lazio.

I NUMERI DEI SINGOLI – Immobile è quello che ha realizzato più dribbling (5) e che inoltre ha fatto registrare il record di tiri stagionale (7, di cui però 1 solo era indirizzato verso lo specchio). Luis Alberto è stato senza subbio il faro delle azioni offensive, essendo il giocatore che: ha toccato più volte palla (98), ha creato più occasioni (6), ha effettuato più passaggi offensivi (29 a segno su 37) e più cross (di cui solo 3 arrivati al compagno, su 14). Lo spagnolo è stato anche quello che ha recuperato il maggior numero di palloni (6). La situazione di ricerca forsennata del pareggio ha sbilanciato molto la Lazio, costringendo Acerbi agli straordinari. Il 33 è infatti il giocatore che ha percorso più km (10.847) e vinto più duelli aerei (5) e in totale (10). Durmisi ha effettuato lo scatto più veloce della gara (32.96 km/h) mentre Parolo ha avuto la velocità media maggiore (8.1 km/h). Badelj infine, è stato il migliore negli anticipi (2) e nei tackle (4). La reazione del secondo tempo non è bastata, la Lazio ha provato a gettare il cuore oltre l'ostacolo ma troppo tardi. Alla fine nonostante la prestazione di sacrificio i biancocelesti sono tornati a casa a mani vuote.

Si ringrazia la redazione di Lazio Page per le statistiche.

LAZIO, RECORD DI SCONFITTE CON INZAGHI

LAZIO-CHIEVO, MILINKOVIC CHIEDE SCUSA SU INSTAGRAM

TORNA ALLA HOMEPAGE