PAGELLE Frosinone - Lazio, Correa sciupa e decide. Bentornato Leiva

13.09.2020 07:05 di Carlo Roscito Twitter:    Vedi letture
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
PAGELLE Frosinone - Lazio, Correa sciupa e decide. Bentornato Leiva

REINA 6: Tiri in porta del Frosinone: mezzo. Cross che lo costringono all’uscita: zero. Si fa apprezzare per il giro palla coi piedi, poco più e non per “colpa” sua.

Dall'84' ADAMONIS sv

LUIZ FELIPE sv: Partita sfortunata, maledetta: contrasto durissimo dopo una manciata di minuti, Kastonos entra in modo scomposto e lo costringe ad alzare bandiera bianca. Non ci voleva a due settimane dal campionato.

Dall’8’ PATRIC 6: In campo all’improvviso per l’infortunio di Luiz Felipe. Preciso a muovere il pallone sul centrodestra, il ruolo in cui è cresciuto tantissimo nella scorsa stagione. Si fa trovare pronto.

Dal 76' ARMINI sv

ACERBI 6,5: Comanda il reparto, gioca come se non ci fossero mai state dichiarazioni di nessun genere, ed era scontato pensarlo con un carattere del genere. Imposta e copre le spalle ai compagni di difesa, non sbaglia niente.

RADU 6,5: Attenzione e tigna, con una bella chiusura in scivolata interrompe una ripartenza pericolosa del Frosinone. La sua concentrazione sembra aumentare insieme agli anni sulla carta d’identità.

Dal 69’ BASTOS: Gioca prima sul centro sinistra e successivamente viene spostato sul centro destra. Qualche appoggio superficiale, ma niente di grave. Non viene mai messo in difficoltà.

LAZZARI 6,5: Spinge come suo solito, peccato che le discese non portino a nulla di concreto all’interno dell’area. Sfiora la rete di testa su un cross che arriva dalla parte opposta, la palla si stampa sulla traversa. Una certezza sulla fascia, lui sì che è una garanzia, almeno a livello atletico.

Dal 76' DJAVAN ANDERSON sv

AKPA AKPRO 6,5: Dinamico, propositivo. Non gli manca il coraggio di proiettarsi in avanti una volta riconquistato il pallone. Non toglie il piede, prestazione positiva, uno dei migliori nel primo tempo. Gli viene annullato un gol per fuorigioco, era partito un soffio oltre la linea.

Dal 63’ CAICEDO 6: Entra e si piazza a fare il centravanti con Immobile e Correa dietro di lui, per una Lazio che (in attesa di Muriqi) studia la possibilità di un tridente offensivo. Qualche buona sponda, nessuna conclusione.

LEIVA 6,5: Prima amichevole dell’estate, due mesi dopo l’ultima apparizione in casa con il Sassuolo. Arranca un po’ sui recuperi all’indietro, ma gli basta un tempo per far capire di nuovo a tutti quanto sia fondamentale per la Lazio. Comanda il pressing, sprona la squadra, contrasta e regala personalità.

Dal 55’ ESCALANTE 6: Entra con il piglio giusto per dare il cambio a Leiva. Prova subito a metterci personalità e mostra pure un buon piede su un lancio preciso per Lazzari. Bella anche la serpentina che porta all'assist delizioso per Raul Moro, sprecato dal giovane spagnolo.

PAROLO 5,5: In difficoltà all’inizio, cresce alla distanza. Non trova troppo le misure in fase di non possesso e anche quando deve inserirsi gli manca un po’ di lucidità. Un paio di tiri e un colpo di testa imprecisi.

Dal 76' JONY 6,5: Entra nel ruolo di mezzala e sembra molto più a suo agio rispetto a quando viene impiegato sulla corsia esterna. Ci mette qualità, cercando la giocata di prima e serve degli assist preziosi.

KIYINE 6: Quinto di sinistra, una posizione ricoperta dal primo minuto in tre dei quattro test estivi. Fa meglio rispetto alle precedenti uscite, un paio di cross interessanti, uno indirizzato sulla testa di Lazzari all’altezza del secondo palo.

Dal 63’ LUKAKU 6: Sta provando a carburare e tornare quello di qualche stagione fa. Una buona accelerazione delle sue nei minuti finali, con cross in mezzo respinto dalla difesa.

CORREA 6,5: Voto che rialza per il timbro che sblocca la partita. Piattone infilato alle spalle di Iacobucci, finalmente. Fino a quel momento si era fatto murare ogni tentativo, gli erano usciti soltanto tiri docili. Un destro dal dischetto lo spara a mezza altezza, poi sciupa col mancino in diagonale. Non è mai stato un bomber, però in una stagione così deve per forza crescere in cattiveria sotto porta.

Dal 76' ANDRÉ ANDERSON sv

IMMOBILE 5,5: L’occasione migliore nella ripresa quando incrocia un cross basso di Lazzari: Iacobucci si distende e la devia sul palo. Per il resto non è proprio la sua partita migliora, anche se ci prova in tutti i modi a duettare coi compagni e a imbucarsi alle spalle dei difensori di Nesta.

Dal 76' MORO sv

ALL. INZAGHI 5,5: La Lazio è ancora un po’ troppo lenta, ha altre due settimane di tempo per mettere forza e benzina nelle gambe.

Scritto il 12/09/2020 alle 19:55