IL DUELLO - Immobile vs Icardi, la sfida nella sfida: tra Champions e classifica marcatori

20.05.2018 12:05 di Daniele Rocca Twitter:    Vedi letture
Fonte: Andrea Marchettini-Lalaziosiamonoi.it
IL DUELLO - Immobile vs Icardi, la sfida nella sfida: tra Champions e classifica marcatori

È terminata giovedì scorso la riabilitazione di Immobile per l’ultima di campionato contro l’Inter. L’attaccante di Torre Annunziata ha accorciato i tempi di recupero ed è pronto a tornare in campo per trascinare la sua Lazio. In palio nella sfida c’è soprattutto un posto per la qualificazione in Champions League, ma non solo. Il centravanti biancoceleste dovrà difendere anche il primato nella classifica dei bomber della Serie A. Icardi è ad una sola lunghezza (28 gol contro i 29 di Ciro) ed è pronto a tutto per superarlo. Una sfida nella sfida che rispecchia finora i valori delle rispettive squadre: l’attaccante italiano ha un piccolo vantaggio sull’argentino, così come la Lazio ce l’ha sull’Inter. Solo la partita di oggi decreterà il giocatore più prolifico del campionato italiano nella stagione 2017/18. 

STATISTICHE A CONFRONTO - La fase offensiva dell’Inter ruota attorno a Icardi. Il centravanti di Rosario ha realizzato quasi la metà dei gol stagionali della sua squadra (28 sui 63 totali). Il secondo marcatore nerazzurro è Perisic con 11 gol, il terzo è un difensore (Skriniar con 4). Diversa la situazione in casa Lazio, dove il cannoniere per eccellenza c’è, ma la squadra non dipende esclusivamente da lui. La formazione capitolina ha mandato in rete quest’anno ben 13 dei suoi giocatori. Ma è anche vero che rispetto all’Inter la squadra di Inzaghi (che ha il miglior attacco del campionato con 87 gol realizzati) ha messo a segno 24 reti in più.

IMMOBILE CONTRO ICARDI - Un solo gol divide i due attaccanti più prolifici del campionato. Si tratterebbe per entrambi della seconda volta sul tetto della Serie A per numero di gol fatti. Immobile ha già vinto la classifica marcatori nella stagione 2013/14 con la maglia del Torino (con 22 gol all’attivo), mentre Icardi l’anno successivo si è diviso il primato con Luca Toni (22 reti a testa). Nel caso in cui l’attaccante biancoceleste riuscisse a spuntarla sarebbe il sesto giocatore nella storia della Lazio (dopo Piola, Chinaglia, Giordano, Signori e Crespo)  a ricevere questo riconoscimento. Entrambi sono i rigoristi delle rispettive squadre (ad ora Immobile ha trasformato  7 rigori contro i 5 di Icardi) e questo è un ulteriore fattore a loro vantaggio per incrementare i già cospicui bottini ottenuti finora. Ogni definitivo discorso è rimandato a stasera, quando le sorti delle due squadre dipenderanno anche dai gol dei loro cannonieri.