Morte Sala, svolta nel caso: è stato avvelenato dal monossido di carbonio

L'agenzia di investigazione che sta lavorando alle indagini sulla morte di Sala è andata incontro a una svolta: il giocatore è stato avvelenato dal CO.
16.08.2019 07:10 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Morte Sala, svolta nel caso: è stato avvelenato dal monossido di carbonio

Una svolta nelle indagini sulla morte di Emiliano Sala è stata portata alla luce dalla Uk Air Accidents, l'agenzia di investigazioni che sta lavorando al caso. Le ultime analisi sul corpo dell'ex giocatore del Nantes, infatti, avrebbero rilevato nel suo sangue grandi tracce di monossido di carbonio. Probabilmente, una quantità tale da causare l'avvelenamento e il conseguente svenimento (o addirittura un attacco cardiaco) sia di Sala che del pilota David Ibbotson. Il cadavere del pilota non è ancora stato rinvenuto, ma tutto porta a credere che sia questo il motivo per cui Ibbotson abbia perso il controllo dell'aereo, finendo in mare. Alla luce della nuova scoperta, l'avvocato della famiglia Sala ha parlato ai microfoni del Daily Mail: “La quantità di monossido di carbonio trovata nel sangue di Emiliano apre a nuovi quesiti. Come sia morto verrà determinato dall'indagine attualmente in corso. La famiglia di Emiliano crede che sia fondamentale una dettagliata analisi dell'aeroplano. Il mondo deve sapere in che modo il monossido di carbonio sia potuto penetrare nella cabina dell'aereo, per questo la famiglia del giocatore esige che il velivolo sia recuperato al più presto”.

LAZIO, LE PAROLE DI MILINKOVIC

CALCIOMERCATO LAZIO, LE ULTIME SU GAICH

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato il 15/08 alle ore 18.45