Spal - Lazio, Inzaghi in conferenza: "Blackout che non deve accadere. Pochi punti per ora"

La conferenza stampa post-partita di Simone Inzaghi, Spal - Lazio è stata una partita dai due volti, bene nel primo tempo e male nel secondo.
16.09.2019 07:20 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Fonte: Francesco Mattogno - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Spal - Lazio, Inzaghi in conferenza: "Blackout che non deve accadere. Pochi punti per ora"

La Lazio esce da Ferrara con le ossa rotte e il morale a pezzi. L'ottimo primo tempo, in cui la squadra di Inzaghi è passata in vantaggio e sfiorato più volte il raddoppio, ha fatto il paio con una ripresa giocata a ritmi e livelli molto più bassi. La Spal ha preso coraggio, guadagnando campo e sfiorando più volte il gol prima di pareggiare al 63' con Petagna e beffare la Lazio al 91' con Kurtic. Ecco cosa ne pensa Simone Inzaghi. Di seguito, le sue parole in conferenza stampa.

Cos'è successo tra primo e secondo tempo?

Il secondo tempo non è stato buono. Abbiamo commesso l'errore di non raddoppiare nei primi 45' e in Serie A questo lo paghi. La Spal non ha mollato. Nel primo gol abbiamo perso una marcatura. C'è rammarico, ci servirà per il futuro. Questi blackout non devono più capitare. Per quello visto in campo il primo tempo lo giudico molto buono ma siamo stati troppo poco cinici, secondo tempo invece da rivedere. Non abbiamo più avuto ordine, né costruzione di gioco. Quando perdiamo ordine e vogliamo fare tutto da soli scompare il nostro gioco corale. Quattro punti dopo 3 partite sono troppo pochi, ci servirà per il futuro.

Perché il cambio di Patric?

Era ammonito e Calvarese l'aveva minacciato del secondo giallo. Scelta tecnica.

Troppa presunzione di alcuni giocatori subentrati?

Penso che cercare un colpevole della sconfitta è un procedimento che adesso non va fatto. Il responsabile sono io. Dobbiamo analizzare il secondo tempo, quando perdiamo ordine diventiamo una squadra normalissima. Dobbiamo fare ancora quel salto per diventare una grande squadra.

Deluso da Milinkovic e Correa?

Mi aspettavo di più da tutti. Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, ma dovevamo anche fare un gol in più. Non mi sta bene prendere un gol così, dobbiamo cambiare registro.

Gli impegni delle Nazionali hanno pesato?

Anche la Spal ha avuto i suoi nazionali. Ho schierato solo Immobile e Acerbi dei ragazzi partiti con le rispettive selezioni, non hanno pesato.

Pubblicato il 15/09 alle ore 17:40