La Lazio si mette le ali: biancocelesti a un passo da Jony

Jony ha giocato l'ultima stagione nell'Alaves, risultando il terzo miglior assist-man della Liga, ma è di proprietà del Malaga con cui l'accordo è vicino.
06.06.2019 06:40 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Zappulla/MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
La Lazio si mette le ali: biancocelesti a un passo da Jony

La Lazio si muove sul mercato, il meeting andato in scena ieri tra Simone Inzaghi e il ds Igli Tare è servito per definire le strategie e individuare alcuni obiettivi sui quali accelerare. Uno di questi è Jonathan Rodriguez che era finito nel mirino dei biancocelesti già mesi fa, un profilo proposto dagli agenti di Luis Alberto (l’agenzia è la stessa) e che intrigato non poco il direttore sportivo che prima l’ha studiato e poi ha affondato il colpo. Parliamo di Jonathan Rodriguez Menendez, meglio conosciuto come Jony, classe 1991, l’ultima stagione giocata con la maglia del Deportivo Alaves con cui ha giocato 37 partite, segnato quattro gol e fornito 11 assist. Risultando il miglior assist-man della Liga dopo Messi e Sarabia. Una stagione importante, la sua migliore in carriera, tanto che ora Jony si sente pronto a fare il grande salto. Lasciato l’Alaves a cui era approdato in prestito e tornato al Malaga proprietario del cartellino, ora il ragazzo attende che si finalizzi il suo passaggio alla Lazio. Tare ha tessuto la tela nelle scorse settimane, quando Jony ha anche viaggiato a Roma, visitando la città e il centro sportivo della prima squadra della Capitale.

IDENTIKIT - L’intesa con Jony è totale, firmerà un quadriennale da 1,5 milioni a stagione, quella con il Malaga molto vicina anche perché il contratto di Jony scade nel 2020 e anche il club andaluso ha tutto l’interesse a vendere ora il suo giocatore. L’accordo prevede che la Lazio paghi una cifra tra i 5 e i 6 milioni di euro. 28 anni, asturiano, Jonathan Rodriguez Menendez, può agire da esterno sinistro offensivo nel 4-3-3 o nel 4-2-3-1, ma anche come esterno in un 4-4-2 o al limite in un 3-5-2 con vocazione prettamente d’attacco e da seconda punta. Anche se il suo habitat naturale è sulla fascia. Possiede grande velocità, capacità di ribaltare il fronte con rapidità, ma soprattutto un piede sinistro con cui sforna assist con estrema facilità. Sembra l’identikit giusto, insomma, per dare alla Lazio un’alternativa di gioco rispetto al 3-5-2 che ha dominato nell’ultima stagione. Jony sarebbe l’uomo che permetterebbe a Inzaghi di cambiare modulo e rendere la sua squadra camaleontica come accadeva nel suo primo anno di gestione tecnica. Cambiare ed essere meno leggibili. È uno dei punti sui quali si è deciso di lavorare in sede di mercato e sul quale poi si insisterà in ritiro. Per questo la Lazio sta per portare a casa Jony.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge

Pubblicato il 5/06 alle ore 00.30

LAZIO, LE PAROLE DI DURMISI SUL SUO FUTURO 

LAZIO, ADAMONIS CONVOCATO IN NAZIONALE 

CLICCA QUI PER TORNARE ALL'HOMEPAGE DEL SITO