Atalanta, Gasperini: "Coppa Italia o quarto posto? Non scelgo, lottiamo per entrambi!"

25.04.2019 22:57 di Laura Castellani Twitter:    Vedi letture
Atalanta, Gasperini: "Coppa Italia o quarto posto? Non scelgo, lottiamo per entrambi!"

L'Atalanta vince contro la Fiorentina e si qualifica in finale di Coppa Italia: il 15 maggio affronterà la Lazio. Gian Piero Gasperini ha commentato così la partita, ai microfoni di Rai 1: "Una bellissima serata per noi, abbiamo raggiunto un grande traguardo. Ora vogliamo vincerla, ma già raggiungere la finale a Roma è un grande risultato per noi. Il gol ci ha costretto a giocare dopo un brutto inizio di gara. Poi abbiamo costruito la partita, abbiamo attaccato con continuità senza farci bastare il pareggio. E siamo riusciti a vincere. Ora pensiamo a Udine, servono punti per raggiungere un obiettivo che non abbiamo mai raggiunto. Ci teniamo a qualificarci in Europa per il terzo anno consecutivo. Coppa Italia o quarto posto? Dato che non si può scegliere, lottiamo per entrambi. Superata stasera andiamo tranquilli verso il traguardo. Oggi era critica, troppo ravvicinata al Napoli. Invece ora abbiamo tempo per prepararci alla finale di Coppa Italia. E in campionato vogliamo giocarci le nostre carte". Il mister ha poi parlato in conferenza stampa e ha aggiunto: "Giochiamo a Roma, sul campo della Lazio. Sicuramente possono avere molto pubblico, la Coppa gli è sfuggita ultimamente, ma noi siamo abituati a giocare in trasferta. Abbiamo tre quarti di Bergamo al seguito, non ci sentiremo troppo fuori casa. Poi certo, conta solo vincere la finale, nel frattempo abbiamo qualche partita di campionato mica male. Siamo in una posizione molto molto buona, nel giro di due tre punti ci sono Roma, Torino, Milan, Lazio stessa... ci farà pensare un po' meno alla finale. È una stagione migliore di quella di due anni fa, va dato tanto merito a questi ragazzi, viene dato troppo merito a me". Raggiante il presidente Antonio Percassi che ai microfoni di Rai Sport ha detto: "Questo è un sogno, abbiamo battuto squadre che sembrava impossibile battere, siamo felicissimi e adesso dobbiamo prepararci per la finale. Siamo in finale e siamo a pari punti con il Milan che ha lo scontro diretto a favore, la Champions è il sogno di tutti, io sarei felice di andare in Europa League. La tifoseria è fantastica, c'è grande gioia e meritano anche loro questa soddisfazione. Vinca il migliore in finale. Quanti ne porteremo a Roma? Penso tanti, mi parlano di venti o venticinquemila, si sta trasferendo metà Bergamo". Il patron dei lombardi ha aggiunto in zona mista: "Quando ho preso 9 anni fa l'Atalanta ho sempre pensato di volere dare continuità. Il primo obiettivo è rimanere, siamo andati oltre, pensare a dove siamo è incredibile. Dobbiamo tenere i piedi per terra, perché quando si perde o si pareggia è quasi un problema. Non mi piace perdere le finali".