Lazio, altro poker servito: la 'Squadra B' stende il Paderborn

Inzaghi concede spazio ai calciatori rimasti fuori contro il Bournemouth, a cominciare da Milinkovic: altri quattro gol per la settima vittoria di fila.
04.08.2019 07:20 di Daniele Rocca Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lazio, altro poker servito: la 'Squadra B' stende il Paderborn

Vince e segna tanti gol. Non può che essere contento della sua Lazio, Simone Inzaghi. Dopo la rocambolesca vittoria contro il Bournemouth, i biancocelesti impongono la loro legge anche sul campo del Paderborn. Il tutto a meno di 24 ore di distanza e un trasferimento, dall’Inghilterra alla Germania, nelle gambe. Anche per questo motivo il tecnico ha deciso di cambiarne 8 rispetto alla formazione titolare schierata ieri. La sostanza però non cambia: altro successo, stavolta maturato nel primo tempo. All’intervallo la Lazio è già sul 3-0. Nella ripresa i tedeschi tornano sotto, ma Lulic rimette in sicurezza il risultato: 4-2 il risultato finale. Il secondo poker in due giorni.

Rispetto agli 11 del Vitality Stadium, si rivedono solo Strakosha, Acerbi e Vavro dal primo minuto. Per il resto Inzaghi cambia tutto. In mezzo al campo si rivede Milinkovic, accanto a lui Cataldi - regista capitano - e André Anderson. Sulle fasce Patric e Jony, con la coppia avanzata composta da Caicedo e Adekanye. Al contrario di quanto successo ieri, la Lazio soffre tantissimo nei primi 20 minuti di partita, con il Paderborn che riesce ad andare alla conclusione con una facilità disarmante. Troppi errori negli appoggi, marcature preventive pressoché assenti. La svolta arriva con il gol di Caicedo, che dà la scossa al resto dei compagni. Gli avversari si sciolgono come neve al sole, concedendo due regali ai biancocelesti. Il primo è un retropassaggio che costa una punizione a due in area, trasformata da Cataldi. Poi un’autorete provocata dal goffo colpo di testa di Jans, che coglie impreparato il portiere Huth.

Nel secondo tempo la Lazio si limita ad amministrare le tre reti di vantaggio. Anche se nel finale rischia di essere rimontata L’unica nota negativa, proprio come successo contro il Bournemouth, arriva infatti dalle amnesie difensive. Tanti spazi concessi, che portano il Paderborn a rientrare in partita. Prima con la rete di Antwi-Adjei, poi con la sassata di Souza. Pericolo scongiurato dal piattone di Lulic, che dopo pochi secondi riporta a distanza di sicurezza i suoi compagni. Il capitano è entrato nel secondo tempo insieme al resto della panchina: Inzaghi li cambia tutti, restano dentro sono Patric e Milinkovic. Poi anche il serbo esce per fare spazio a Valon Berisha, al ritorno dopo diversi mesi di stop. Settima vittoria consecutiva in questa pre season. Da domani prenderà il via il ritiro di Marienfeld, che si chiuderà il 10 agosto con l’ultima amichevole internazionale, quella a Vigo contro il Celta.

Pubblicato il 3/07 alle 17:55