Lazio, dopo 30 anni vittoria a San Siro: 2-1 al Milan e quarto posto

04.11.2019 07:20 di Francesco Bizzarri Twitter:    Vedi letture
Fonte: Francesco Bizzarri - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, dopo 30 anni vittoria a San Siro: 2-1 al Milan e quarto posto

Per sfatare un tabù non servivano maghi, stregoni e fattucchiere, ma solo il 100esimo gol di Ciro Immobile con la maglia della Lazio. I biancocelesti vincono a San Siro 2-1, l’ultima volta in campionato era stata 30 anni fa. Prestazione da grande squadra per i ragazzi di Inzaghi, che vanno prima in vantaggio con Ciro, poi incassano un autogol di Bastos che appare una beffa. Nel finale Correa insacca servito da un Luis Alberto strabiliante. E la classifica finalmente sorride: quarto posto.

PRIMO TEMPO FRIZZANTE - Tanta frenesia e tanti errori. Prima sbaglia Paquetà, palla a Immobile che tira debole e Donnarumma ci mette i guantoni. Dopo rinvio flop di Strakosha, Piatek calcia, Acerbi in scivolata salva tutto. Si scalda Ciro, che mette il mirino: prima prende la traversa, poi su un cross al bacio di Lazzari gira di testa in rete. Un grande gol, il 100esimo in maglia biancoceleste. Lazio in vantaggio dopo 25’. Ma bisogna fare i conti con la sfortuna, quando una palla innocua di Theo Hernandes va sul petto di Bastos e poi alle spalle di Strakosha.

Al 35’ alza bandiera bianca Castillejo, Pioli mette Rebic. La Lazio rischia, e tanto. Angolo di Calhanoglu direttamente in porta, Strakosha sulla riga respinge come può. Nel finale Correa si divora il 2-1 dopo un’azione incredibile e un tocco di tacco di Luis Alberto. L’argentino davanti alla porta continua a non avere l’istinto del gol.

GUIZZO VINCENTE - Fiammate da una parte e dall’altra, ma tutte occasioni potenziali. Piatek ci prova, è solo esterno rete. Inzaghi allora cambia: fuori Immobile (non al meglio) e Milinkovic e dentro Caicedo e Parolo. Sergej mai entrato in partita. Mezz’ora alla fine. Calhanoglu su punizione spaventa Strakosha, che respinge come può. Anche Donnarumma è bravo su Acerbi. Caicedo si fa male ad una spalla, non ce la fa: dentro Cataldi.

Quando l’1-1 sembra il risultato finale, ecco il passaggio filtrante di Luis Alberto per Correa. El Tucu questa volta non sbaglia e sigla il gol del vantaggio. Abbraccio di gruppo. L'ultima stupenda immagine di una Lazio vincente a San Siro contro il Milan dopo 30 anni.

Pubblicato ieri alle 22:40