Lazio, Lotito non si nasconde più: 30 milioni per credere allo Scudetto

Il patron biancoceleste ha fissato un premio super per stimolare squadra e staff a puntare fino in fondo nel sogno tricolore.
04.02.2020 07:25 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Zappulla, MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Lotito non si nasconde più: 30 milioni per credere allo Scudetto

È tornata a correre veloce la Lazio, il pokerissimo alla Spal ha ridato slancio dopo il pareggio nel derby che - a conti fatti - è da considerare comunque come un risultato positivo. Nelle ultime due in casa i biancocelesti hanno schiantato letteralmente Samp e Spal, realizzando dieci gol e subendone due a gara ormai conclusa. Corre come un treno la banda Inzaghi, alle porte il Verona per continuare a sognare e perché no aggredire anche il secondo posto portandosi a -2 dalla Juventus capolista. C’è entusiasmo, voglia di superare i propri limiti, di porre l’asticella sempre più in alto. A parole si predica calma, si parla di Champions, ma è inevitabile che quella parola finora rimasta celata all’ombra della prudenza, stia cominciando a serpeggiare tra le mura di Formello. Nessun volo pindarico, solo la consapevolezza di essere una squadra forte, capace di esprimere un bel calcio, di produrre tanto offensivamente. Squadra oggi, a differenza del passato, anche guerriera, anche capace di mettersi l’elmetto e resistere agli assalti avversari, di non arrendersi di fronte alle difficoltà. Come dimostrano il derby e le tante rimonte completate negli ultimi mesi. La Lazio è matura, abbina bellezza e sostanza, si diverte e fa divertire. Chi ha sempre creduto nelle qualità tecniche e morali di questo gruppo è Claudio Lotito, irriso quando uscì la notizia del premio scudetto nel rinnovo di Inzaghi.

SUPER PREMIO - Ora non ride più nessuno, anzi molti tremano di fronte all’avanzata laziale. Il presidente, in gran segreto, ha messo sul piatto un premio sostanzioso per squadra e staff. Un premio che scatterebbe in caso di tricolore, un modo per stimolare tutti a dare ancor di più, a spingersi oltre i propri limiti, a premere sull’acceleratore senza paura. Trenta milioni sul piatto da dividere tra tutti coloro che compongono rosa e staff tecnico. Una somma incredibile, segnale di come la società punti al bersaglio grosso e non solo alla Champions che - bene precisarlo- rimane comunque l’obiettivo primario e da raggiungere il più presto possibile. Sognare è vero che non costa nulla, ma il patron vuole ora provare a trasformare i sogni in realtà. Questa è l’ambizione che Lotito si porta dietro da sempre, lo aveva ribadito anche il nove gennaio, a margine dell’inaugurazione del Lazio Club Montecitorio: ““l mio sogno? Il mio sogno è trasformare i sogni in realtà, ora la gente ha riscoperto il sogno e vorrei che il sogno si trasformasse in concreta realtà”. Parole nemmeno troppo criptiche che mandano un messaggio interpretabile in un solo modo. La Lazio può e deve ambire al massimo. Lotito ci crede, ha messo sul piatto 30 milioni di motivi per spingere i suoi ragazzi a dare tutto. Questo conta, poi comunque vada saranno solo applausi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Pubblicato il 3/02 alle 14:00