RIVIVI LA DIRETTA - Lazio Women, Lotito: "Vogliamo la promozione in Serie A" - FT

Alla Rinascente di via del Tritone viene presentata la rosa della Lazio Women in vista dell'inizio del campionato: segui la diretta con Lalaziosiamonoi.it
12.09.2019 07:30 di Laura Castellani Twitter:    Vedi letture
Fonte: dal nostro inviato Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
RIVIVI LA DIRETTA - Lazio Women, Lotito: "Vogliamo la promozione in Serie A" - FT

AGGIORNAMENTO ORE 19:30 - Continuano le domande al presidente della Lazio, Claudio Lotito: "Dobbiamo aiutare i giovani. Quindici anni fa ho detto che il calcio deve essere didascalico e moralizzatore. Il mio percorso è coerente con quello che ho sempre detto, lo sto traducendo in fatti. Il problema è l'approccio al mondo del calcio femminile. Noi abbiamo sempre cercato di coltivare l'aspetto umano, interiore e fisico. Noi alleniamo anche la mente e cerchiamo di nutrire lo spirito. Facendo sport si valorizza anche questo aspetto. Mens sana in corpore sano. Mente sana, spirito legato ai valori cristiani e la voglia di raggiungere certi traguardi perché uno lo merita. Gli obiettivi si raggiungono con sacrificio, lavoro, dedizione e determinazione, e solo se hai potenzialità per farlo. Il nostro primo traguardo è aver dato a queste ragazze una location da Serie A. Poi l'obiettivo è anche quello di salire in Serie A. Lo meriteremo sul campo". Il patron biancoceleste è intervenuto anche ai microfoni di Lazio Style Channel: “Il settore giovanile e il calcio femminile rappresentano il futuro della società. Sviluppare il talento dei giovani serve a creare un futuro. Questa genuinità è fondamentale, tutto serve per raggiungere i risultati. Più c’è sacrificio e spirito di gruppo e più si raggiungono risultati. Io ho pensato e sto cercando di realizzare il restyling di Formello, questo è l’inizio di un percorso che porterà il centro sportivo ad essere il migliore in Italia”.

AGGIORNAMENTO ORE 19:25 - Lotito ora risponde alle domande dei giornalisti presenti in sala: "Non dobbiamo fare bilanci economici, qui non si fa il conto della spesa. Abbiamo figli maschi e femmine, la società sicuramente ha dato grande spazio alla crescita del sistema interno, lo sta dimostrando, basti vedere le strutture realizzate. Abbiamo la voglia di dimostrare che la Lazio non è la cenerentola né del calcio maschile, né di quello femminile. Tutte devono devono fare i conti con noi, la Lazio ora ha acquisito una credibilità nazionale e internazionale. Lo sa bene Bianchessi, è venuto qui perché credeva nel progetto Lazio. Riteniamo che possiamo dare qualcosa di più, non solo a livello materiale, ma anche per il clima familiare che si respira in biancoceleste. Le vittorie non sono frutto di impegno del singolo, ma sono il coronamento dell’impegno di tutti, si vince tutti insieme. É fondamentale l’entusiasmo e il reciproco aiuto, non è uno sport individuale, ma collettivo. Vogliamo vincere meritandolo. Dopo la Juve siamo quelli che hanno vinto più di tutti in Italia, siamo la quarta in Europa per titoli acquisiti, speriamo col tempo di tornare ad avete quel prestigio internazionale che in molti già ci riconoscono. Gli obiettivi si raggiungono, non si proclamano" - poi aggiunge - "Il mio momento più bello? Se uno ha dei figli e questi vanno bene a scuola e crescono in modo sano, allora i genitori sono soddisfatti e hanno l’orgoglio di avere una bella famiglia. Se le cose vanno male significa che qualcuno ha sbagliato, compreso il sottoscritto. Ho la responsabilità se vanno male le cose. A Roma poi funziona che se le cose vanno bene non è comunque merito mio. Ho l’interesse che la società abbia un riconoscimento collettivo da parte di tutti, che sia obiettivo. In questo momento cominciamo ad accogliere dei frutti mediatici. Noi abbiamo sempre avuto la stampa contro. Ora qualcuno dice 'Forse Lotito non aveva tutti i torti…'. Poi tutto non si può fare tutto dall’oggi al domani. Dissi il primo giorno: voglio fare una casa sul cemento armato, non sulla sabbia. Oggi veniamo presi ad esempio e anche copiati, questo ci inorgoglisce e ci fa piacere. Siamo stati i primi in Italia a togliere la plastica, stiamo facendo tante cose, oggi la Lazio le vuole portare avanti. Facciamo visite anche urologiche, comparto medico che si occupa di questo, una volta c’era la leva ad occuparsene. Abbiamo anche un comparto psicologico".

AGGIORNAMENTO ORE 19:15 - A questo punto il presidente Claudio Lotito premia Antonio Troise, ragazzo 2005 (dell'Under 15 di Rocchi) preso in estate, per il premio di miglior giocatore del torneo vinto al Memorial Scirea: “Devo ringraziarlo, ha puntato sull’orgoglio dell’appartenenza, non sull’aspetto materiale. I ragazzi devono sentire un richiamo, del tipo 'Venite qui, c’è una grande casa che vi accoglierà con tutte le capacità possibili'. Dovete essere orgogliosi di far parte della Lazio. Poi sta a ognuno dimostrare quanto vale, per se stesso e la società che rappresenta. Dobbiamo vincere per merito, con lo spirito di gruppo e di sacrificio. Dobbiamo essere campioni sul campo e fuori, i giovani devono prendere comportamenti costruttivi come esempio. Questo premio spero sia uno sprone per fare sempre meglio sotto tutto i punti di vista. Ti ringrazio per quello che hai fatto".

AGGIORNAMENTO ORE 19:10 - É il turno del Responsabile della squadra femminile biancoceleste, Mauro Bianchessi: "Vorrei ringraziare il presidente, questo è un grande passo per il calcio femminile. É stata un’estate molto calda per noi, sia per il maschile che per il femminile. Abbiamo creato un settore giovanile ex novo, c’è una splendida squadra che è la Primavera, per la prima volta esiste anche Primavera femminile. Così come under 17 e under 16 nazionali, dislocate su Tivoli. Abbiamo una sessantina di ragazzine tra esordienti e pulcini. La strategia è la stessa di quella maschile, creare alchimia, con una metodologia unica. Un percorso per portare le ragazze fino alla prima squadra. Il prossimo sarà un anno di consolidamento di questa struttura. Mi hanno chiesto 19 squadre maschili, 9 femminili, oltre 500 tesserati e tesserate, 400 sportivi. La prima squadra femminile giocherà a Formello allo stadio Fersini, è un regalo enorme. Il centro sportivo Green Club ospiterà i ragazzi più piccoli delle giovanili. Ben180 persone avranno dei salari calcistitici. Ringrazio Monica Caprini, la team manager. Mi ha sopportato tanto, abbiamo lavorato 20 ore al giorno, non è facile partire da zero e raggiungere questi numeri. A tutte le ragazze, soprattutto le piccoline, mantenete entusiasmo e sorriso che contagia. E non dimenticate, sempre forza Lazio!". Interviene poi proprio Monica Caprini: "Per me è un onore, sono felicissima. Ringrazio Lotito, Bianchessi e Nastri per l'opportunità. È la prima volta per noi, il progetto è importante e spero sia la base per un futuro radioso. La squadra si è rinnovata in diversi ruoli, a partire dallo staff tecnico. Abbiamo inserito giocatrici importanti, gli obiettivi sono ambiziosi".

AGGIORNAMENTO ORE 19:05 - Dopo il presidente prende la parola Anna Nastri, la Responsabile delle iniziative del mondo Lazio: "Queste iniziative le possiamo fare grazie a disponibilità del presidente Lotito. Per me è un onore rappresentare la passione, la cosa che più serve nella vita per andare avanti. Avete accettato l'invito mio e del presidente. Vi siamo vicini. Sono emozionata, spero di aver trasmesso la voglia del presidente di portare avanti il vostro progetto. Sono una donna, spesso si parla delle difficoltà delle donne nello sport. Lavoro da 36 anni e spesso la differenza la fanno gli uomini. Io ho incontrato un uomo che non ha fatto differenza, e mi ha dato possibilità di esprimermi. Non abbiate timore di esprimere la passione e l’entusiasmo. Ho avuto la strada in discesa con lui, mi sta permettendo di fare tante cose. Credete in ciò che fate, esista la testa e la determinazione. Per voi è iniziato un percorso interessante. C'è chi fa i lavori più disparati, c’è chi si sveglia alle 4 di mattina e poi si allena fino alle 22, c’è chi studia e chi viaggia per allenarsi. Il presidente ha messo a disposizione per voi - così come per la sezione maschile, non ci sono differenze - un appoggio dell’Universià Uninettuno e Banca Igea. C'è un corso di specializzazione e un master in preparazione atletica:è importante avere la possibilità di crescere. Da dicembre potrete studiare con docenti internazionali, ci sarà incontro con un luminare della medicina sportiva, O Bryen. Si occupa del modo corretto di approcciare allo sport. Ore e lezioni a disposizione con la piattaforma telematica, a fine anno darete l'esame, chi si è laureato potrà ambire a un master, altri protranno fare dei corsi ad alta specializzazione. Siamo onorati di far parte di questa grande famiglia, dove c’è spazio per tutti". 

AGGIORNAMENTO ORE 18:55 - Prende il microfono il presidente della Lazio, Claudio Lotito: "Ringrazio tutti i presenti. Purtroppo e sbagliando, alcuni eventi sono stati considerati minori. Oggi la vostra presenza rappresenta invece la parità tra le due sezioni. La nostra famiglia ha figli maschi e femmine. Quando ero in Norvegia con il Presidente della Federazione (allora era Tavecchio ndr), nel pranzo che si fa con i dirigenti delle altre nazioni ci chiesero come andasse il nostro settore femminile. E ho pensato, 'cosa gli diciamo?'. Da noi non era sviluppato. Quando siamo tornati a Roma, Tavecchio mi disse di dover innescare un’iniziazione del calcio femminile. Obbligammo le squadre più importanti ad avere una squadra femminile. Io presi una squadra che non esisteva più e acquisii la possibilità di avere una rappresentanza femminile. Oggi a distanza di tempo mi fa piacere che alcune persone che sono con noi da quando abbiamo iniziato possano costatare la crescita di organizzazione, peso sportivo, credibilità e umana del movimento. Un rapporto paritetico, trattiamo nella stessa maniera il calcio maschile e il calcio femminile. Siamo riusciti a renderlo competitivo, dobbiamo essere precursori e quelli che tutelano i valori e il rispetto umano per entrambi i sessi. Oggi con orgoglio vedo qui una platea di persone molto copiosa, sguardi sorridenti, di persone che hanno orgoglio di appartenenza. Vogliamo stimolare proprio questo. Vogliamo che le persone abbiano tutto il massimo a disposizione, abbiamo traslocato la squadra a Formello, abbiamo allestito tutta una serie di strutture che ci consentono di essere orgogliosi. Non siamo secondi a nessuno sulle infrastrutture. Forse Formello sarà tra i primi in Europa. In questo entra anche il comparto femminile, deve avere una location che sia legata alla nostra storia. Non siete sole, fatevi valere, siamo combattenti, dovete esserlo anche voi!".

AGGIORNAMENTO ORE 18:35 - Inizia la conferenza di presentazione della Lazio Women. Ora al microfono c'è il portavoce del club, Arturo Diaconale. Al suo fianco seguono Lotito e Bianchessi, tra poco interverranno.

Tutto pronto, per la presentazione della Lazio Women: alle 18, presso l'area archeologica (piano -1) della Rinascente in via del Tritone, la squadra femminile biancoceleste sarà protagonista dell'evento inaugurale della nuova stagione. Il fischio iniziale della Serie B femminile è programmato per il prossimo 15 settembre, quella di oggi pomeriggio è l'occasione giusta per riscaldare i motori. Attesi anche Claudio Lotito e Mauro Bianchessi, responsabile della squadra femminile e del settore giovanile laziale. Segui l'evento dedicato alla Lazio Women con la diretta de Lalaziosiamonoi.it. 

LAZIO, LA GIOIA DI BERISHA

LAZIO, LE PAROLE DI LOTITO

TORNA ALLA HOMEPAGE