Inter - Lazio, Paganin: "A San Siro partita aperta. Conte? Cambia gli ambienti..."

25.09.2019 13:50 di Andrea Marchettini   Vedi letture
Fonte: Andrea Marchettini - Lalaziosiamonoi.it
Inter - Lazio, Paganin: "A San Siro partita aperta. Conte? Cambia gli ambienti..."

A poche ora dalla sfida tra Inter e Lazio al “Giuseppe Meazza” di Milano, l’ex difensore nerazzurro Massimo Paganin è stato contattato dai microfoni de Lalaziosiamonoi.it per fare un’analisi sul percorso delle due squadre e sul match di stasera: “La Lazio ha sempre fatto bene a San Siro. Dopo le due sconfitte consecutive, mi sembra che si stia riprendendo. Il sistema di gioco è ben consolidato, i giocatori si conoscono da tempo. Quindi penso che i biancocelesti possano giocarsi le proprie chance contro un’Inter che ancora non ha trovato un’identità completa di squadra, nonostante Conte abbia iniziato molto bene. Credo  che sarà una partita aperta”.

LAZIO, SIMONE INZAGHI: “Credo che stia facendo il suo percorso di crescita come allenatore. È vero che è legato prevalentemente ad un modulo ma, viste le caratteristiche dei giocatori che ha, è difficile poterlo cambiare. Ad ogni modo penso che stia facendo molto bene e che potrà raggiungere ottimi risultati con la Lazio. È anche una questione di rendimento: se l’anno scorso fosse riuscito ad essere più continuo nel rendimento, avrebbe raggiunto la Champions League. So che a Roma l’ambiente non è semplice da gestire, ma ripartire con una squadra ben assemblata può essere un vantaggio non da poco".

L’INTER DI CONTE: “L’allenatore ha dato un’impronta personale. Ha dimostrato di essere in grado di cambiare gli ambienti con cui entra a contatto sin da subito. Lo ha fatto con la Juventus, lo ha fatto col Chelsea, con la Nazionale italiana e lo sta facendo con l’Inter. Da qui a dire che i nerazzurri vinceranno lo Scudetto ce ne passa, perché la Juve rimane la squadra più attrezzata e con l’organico più forte, però l’impressione è che quest’anno il campionato possa essere più combattuto".

 LAZIO, CHAMPIONS LEAGUE: "Secondo me la Lazio quest’anno si giocherà l’accesso in Champions fino alla fine. Dando per scontato che i primi tre posti sono occupati da Juventus, Inter e Napoli, credo che i biancocelesti e la Roma siano i maggiori indiziati a giocarsi il quarto posto. Il Milan lo vedo ancora un po’ indietro, l’Atalanta quest’anno è un po’ in difficoltà anche a causa degli impegni europei. Poi c’è la Fiorentina che mi piace, ma penso che per la corsa Champions se la giocheranno le due romane".

LAZIO, LA DIFESA: "Vavro l’ho visto solo nella partita contro la SPAL, quando è entrato nella ripresa. Ci vuole tempo per ambientarsi nel campionato italiano, ma soprattutto ci vuole tempo per entrare nei meccanismi della Lazio che ha dei buoni difensori. È stato fatto un investimento che porterà i frutti col tempo. Acerbi? Si è conquistato l’ultima convocazione in Nazionale e secondo me si giocherà le sue carte per la convocazione ad Euro2020: molto dipenderà anche dal cammino della Lazio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell'articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Inter - Lazio, le probabili formazioni

TORNA ALLA HOMEPAGE