Genoa - Lazio, Cataldi: "Sognare non fa male, vediamo tra un mesetto..." - VD

Cataldi, autore della punizione capolavoro che dà alla Lazio la vittoria, commenta i tre punti della squadra ai microfoni di Dazn.
24.02.2020 07:24 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Genoa - Lazio, Cataldi: "Sognare non fa male, vediamo tra un mesetto..." - VD

La punizione di Cataldi regala alla Lazio una vittoria importantissima. Danilo a fine partita ha parlato a Dazn: "È una cosa stupenda, sapevamo dei tanti tifosi ma quando sono qui è sempre un’emozione nuova. Siamo contenti per i tre punti su un campo difficile, stiamo facendo cose straordinarie e vogliamo continuare. Sognare non fa mai male, è bello così, pensiamo però partita per partita, ne mancano 13, vediamo tra un mese dove staremo. Primo tempo ottimo, peccato non aver raddoppiato anche perché il Genoa non muore mai in casa, qui si gioca a grandi ritmi, è sempre dura. Fare gol è sempre positivo, soprattutto quando vinci. Mi capita sempre di fare il terzo gol, non sono un goleador e non voglio nemmeno esserlo, fa piacere, ma penso alla squadra. Si è creata una famiglia meravigliosa e condividiamo con tutti la gioia. Cosa mi ha detto Inzaghi dopo la posizione? Come sistemarmi in campo, perché il Genoa aveva messo dentro tanti attaccanti. Si è creata una grande famiglia. Non ripeto la sua imitazione (ride, ndr). Quello è stato un momento, lui è l’allenatore e i ruoli si sono ristabiliti".

Il centrocampista biancoceleste è poi intervenuto anche a Lazio Style Channel: "Sono contento, dobbiamo continuare così. Sapevamo delle difficoltà di questa gara, loro hanno messo anche un attaccante in più nel secondo tempo ed era complicato chiudere tutti gli spazi. Per fortuna lo abbiamo fatto bene. Se non fosse stato per l’episodio del rigore l’avremmo portata a casa con più tranquillità. Abbiamo dovuto soffrire in quei 5 minuti di recupero ma l’abbiamo portata a casa. Il campo? Spesso si scivola un po’ qui a Genova. Non so a cosa sia dovuto, c’era un po’ di difficoltà a rimanere in piedi. La punizione? Io volevo calciare, però se Luis (Luis Alberto ndr) voleva calciare gliel'avrei lasciata. Lui è un giocatore importante, ha segnato più di me in passato, poi è ovvio che se me la lascia la prendo volentieri (ride ndr). Importante comunque è portare a casa i tre punti. Questa vittoria vale tanto. Loro sono una squadra ostica, con Nicola hanno trovato un equilibrio. Hanno fatto buone cose ultimamente, ma siamo riusciti a farla nostra. Siamo una grande squadra, lo abbiamo dimostrato e dobbiamo continuare così". 

Infine, l'autore del gol decisivo per la vittoria della Lazio è intervenuto in zona mista: "L’obiettivo era portare a casa i tre punti, era difficile. Abbiamo fatto un’ottima partita, l’episodio del rigore ci ha complicato gli ultimi minuti. Abbiamo portato a casa tre punti meritati. Condizione fisica? Dipende dall’avversario. Abbiamo sbloccato il risultato, poi non siamo riusciti a trovare il secondo gol. La partita si è anche innervosita. Loro stanno lottando per altri obiettivi, hanno provato a fare qualcosa di diverso, la Lazio ha fatto la partita che doveva. Rosa corta? Bisogna vedere che s’intende per corta. Abbiamo un’ottima squadra, sia nei titolari che nel resto del gruppo. Non è mai facile entrare, come ha fatto per esempio Vavro oggi, a cui faccio i complimenti, deve avere il tempo per crescere, per me oggi ha fatto un’ottima partita. Jony sta crescendo sempre di più. Scudetto? Ne parliamo, sì dai, ogni tanto. Anche in maniera goliardica, si scherza, siamo ad un punto dalla Juventus. Sognare non fa male. In qualsiasi tempo di campionato, le cose non si possono risolvere ora, a febbraio. Tra un mese e mezzo si deciderà tutto, ora mancano veramente troppe partite. Siamo a venti punti, anche se la Roma deve ancora giocare. Siamo quasi al raggiungimento dell’obiettivo che ci eravamo prefissati. Preoccupato per il campionato a causa del Coronavirus? Ho saputo dei rinvii ieri sera sul tardi. Non sono molto pratico, non seguo molto, spero che si possa risolvere il prima possibile, spero anche che non ci siano altre vittime".

Pubblicato il 23/02 alle ore 15:20

CLICCA QUI PER IL VIDEO

PAGELLE - Genoa - Lazio, RoboCop Marusic! Cataldi "Pinturicchio", Radu d'acciaio

Lazio senza freni: 3-2 al Genoa, il sogno scudetto continua

Torna alla home page