Infortuni, Covid, Champions e rimonta: i numeri del campionato della Lazio

12.02.2021 06:23 di Alessandro Vittori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Vittori - Lalaziosiamonoi.it
Infortuni, Covid, Champions e rimonta: i numeri del campionato della Lazio

Infortuni, emergenza Covid, sforzo Champions, grandi vittorie e rimonta in classifica. C'è tutto nel campionato della Lazio: 21 giornate intense, che finora valgono 40 punti e il quarto posto a pari merito con la Roma, a -9 dal Milan, -7 dall'Inter, -2 dalla Juventus, +3 su Atalanta e Napoli (azzurri e bianconeri con una partita da recuperare). Dividendo il cammino in tre blocchi di 7 partite, dall'analisi dei numeri emerge ciò che ha caratterizzato i vari momenti della stagione biancoceleste. Tra l'altro anche a livello temporale la suddivisione ha una logica coincidente con la scansione del calendario: il primo blocco va dall'esordio a Cagliari fino al pareggio in extremis di Caicedo con la Juventus (e la sosta per le nazionali di novembre), il secondo parte dalla vittoria di Crotone e si conclude con il 2020 e la sconfitta in casa del Milan, il terzo abbraccia la riscossa nel nuovo anni con le grandi vittorie contro Roma e Atalanta come ciliegine sulla torta.

ZONA CAICEDO - Le prime 7 giornate di campionato abbracciano un periodo temporale che va dal 26 settembre all'8 novembre. Prime 3 giornate in una settimana, poi la sosta di ottobre per le nazionali e ancora, tutte d'un fiato, altre 4 partite di campionato e 3 di Champions League. Nella parte finale di questo blocco anche l'emergenza Covid, con la squadra costretta a giocare a Bruges e a San Pietroburgo rispettivamente con 13 e 15 giocatori più i giovani della Primavera e a rinunciare a Immobile, Leiva e Strakosha (con i primi due risultati negativi al riesame disposto dalla procura di Avellino) nella sfida contro la Juventus. I punti raccolti sono 11 (media di 1,57 a partita), frutto di 3 vittorie (Cagliari, Bologna e Torino), 2 pareggi (Inter e Juventus) e 2 sconfitte (Atalanta e Sampdoria). I gol segnati sono 11 (media di 1,57), quelli subiti 13 (media di 1,86), per un totale di 6 diversi giocatori andati in gol (Lazzari, Immobile, Milinkovic, Luis Alberto, Pereira, Caicedo) sui 25 schierati. Basso il numero di punti e gol segnati, alto quello dei subiti, ma rispetto alle difficoltà affrontate (infortuni a catena e Covid) il bilancio non è troppo negativo, salvato dai due ruggiti di Caicedo nel recupero contro Torino e Juventus.

SFORZO CHAMPIONS - Dal 21 novembre al 23 dicembre la Lazio affronta un tour de force pazzesco: 10 partite in 32 giorni, 7 in campionato e le 3 decisive per il passaggio del turno in Champions League. Lo sforzo europeo porta in dote la qualificazione agli ottavi (che mancava da 20 anni), ma inevitabilmente fa perdere qualche lunghezza in classifica. Sono 10 i punti raccolti (media di 1,43 a partita), con sempre 3 vittorie (Crotone, Spezia e Napoli), 1 pareggio (Benevento) e 3 sconfitte (Udinese, Verona e Milan). I gol segnati rimangono 11 (media di 1,57), i subiti scendono a 10 (media di 1,43), mentre i giocatori andati in gol sono 5 (Immobile, Correa, Milinkovic, Caicedo, Luis Alberto) sui 22 schierati. Inizia a trovare continuità Immobile (dopo i problemi del primo segmento di stagione) che segna 6 reti in Serie A, equamente divise in 6 partite diverse (in questo blocco soltanto contro il Verona non va a segno), e 4 su 3 partite di Champions League (2 allo Zenit e 1 a Borussia Dortmund e Bruges). La Lazio perde qualche punto per stanchezza post Europa (vedi Udinese e Verona) e per ingenuità (a San Siro) e guarda al nuovo anno con un calendario più snello per la rimonta.

FILOTTO - E rimonta sarà. Dal 3 gennaio al 7 febbraio 2021 la Lazio torna sui livelli della passata stagione e risolleva la sua classifica. Le partite disputate sono 7 in campionato e 2 in Coppa Italia e qualche giorno di respiro in più porta in dote i frutti: 19 i punti raccolti in Serie A (media di 2,71 a partita), 1 pareggio e 6 vittorie consecutive (equivalente alla somma dei due blocchi precedenti). Il ciclo aperto con l'amaro pareggio nella Marassi genoana, diventa una cavalcata perfetta in cui i biancocelesti battono Fiorentina, Parma, Roma, Sassuolo, Atalanta e Cagliari. In particolare nel derby e a Bergamo si rivede una Lazio fantastica, capace di surclassare in lungo e in largo gli avversari. I gol fatti salgono a 14 (media di 2), quelli subiti crollano a 4 (media di 0,57), 7 sono i giocatori diversi andati in gol (Immobile, Caicedo, Luis Alberto, Milinkovic, Marusic, Correa, Muriqi) sui 24 schierati. Immobile resta su livelli altissimi, 5 gol nelle 7 partite (sempre a segno tranne che a Parma e Bergamo), spiccano anche i 3 gol di Luis Alberto (doppietta al derby). La Lazio trova la solidità della grande squadra, che l'aveva portata un anno fa a lottare per lo Scudetto: i gol fatti raggiungono la media di 2 a partita, mentre i 4 subiti fanno segnare la miglior difesa del campionato nel 2021, capace di portare a casa 3 clean sheet. Nel momento più difficile della stagione, in mezzo a tante difficoltà, la squadra di Inzaghi ne è venuta fuori con forza e qualità. Ne è venuta fuori da Lazio.

Pubblicato 11/02/2021

LAZIO, INZAGHI SULLA SCIA DI SIMEONE

LAZIO, IL REPORT DELL'ALLENAMENTO

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME