Lazio, da Marusic a Strakosha e Luiz Felipe: il punto sui rinnovi

L'elenco dei giocatori della Lazio vicini al rinnovo è piuttosto lungo: apre Marusic, ma anche Strakosha e Luiz Felipe sono vicini al prolungamento.
17.05.2020 08:45 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, da Marusic a Strakosha e Luiz Felipe: il punto sui rinnovi

Mentre il Psg continua a corteggiare Adam Marusic, la Lazio gli ha offerto il rinnovo di contratto. Un prolungamento di tre anni, fino al 2025, con sensibile aumento dell’ingaggio, attualmente inferiore al milione di euro all’anno. Col nuovo accordo, riporta la rassegna stampa di Radiosei, il montenegrino guadagnerebbe una cifra tra il milione e il milione e mezzo di euro a stagione. Più che sugli aspetti economici, le parti stanno discutendo sulla durata del contratto, che potrebbe essere anticipata al 2024.

NON SOLO MARUSIC - L’elenco dei giocatori della Lazio vicini al rinnovo è piuttosto lungo. Dopo aver praticamente chiuso la pratica Luis Alberto, le attenzioni della dirigenza riguardano Strakosha e Luiz Felipe, entrambi in scadenza 2022. Per il portiere albanese la trattativa è già a buon punto: l’intesa dovrebbe essere praticamente dietro l’angolo. Per il difensore, invece, ci si trova ancora in una fase interlocutoria, ma i colloqui con gli agenti procedono bene. Per entrambi si sta pensando a un prolungamento fino al 2025, con gli ingaggi che saliranno fino a raggiungere il milione e mezzo

I SENATORI - A proposito di Parolo e Lulic, l’intesa per i rinnovi deve solo essere ratificata, cosa che avverrà nelle prossime settimane. Infine Milinkovic. Se il giocatore non dovesse essere ceduto nel prossimo mercato, arriverà il prolungamento. In questo senso, è stato già raggiunto un accordo di massima con il suo entourage. Il contratto verrebbe allungato di un anno e lo stipendio salirebbe a 3,5 milioni più bonus.

Parma, da lunedì allenamenti collettivi: due positivi in isolamento

Calciomercato Lazio, Kumbulla più Faraoni: il doppio colpo da Champions

TORNA ALLA HOMEPAGE