Lazio, Radu fa 300 in A e mette nel mirino Puccinelli

Scendendo in campo contro il Bologna, Stefan Radu raggiungerebbe le 300 in A con la maglia della Lazio ed è secondo nella speciale classifica...
26.02.2020 08:15 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Radu fa 300 in A e mette nel mirino Puccinelli

 A un passo dalla storia. Stefan Radu è pronto a scrivere un'altra pagina di record. La sua scalata ai primati è scattata dal primo giorno in cui è arrivato a Roma: era il gennaio del 2008, il club lo acquistò con la formula del prestito con diritto di riscatto dalla Dinamo Bucarest. Il difensore, appena ventunenne, ci ha messo poco a conquistare tutti. Riscatto arrivato in estate e la voglia di mettere le radici nella Capitale. Con l'aquila sul petto è cresciuto ed è toccato uno degli intoccabili. Con Inzaghi poi il rapporto è speciale. Il numero 26 è l'unico della rosa ad averlo avuto anche come compagno di squadra. Il mister non farebbe mai a meno di lui e Radu sta ripagando la fiducia del tecnico dimostrando di vivere una seconda giovinezza. Contro il Genoa è stato il migliore in campo e non ha fatto sentire l'assenza di Acerbi. Come sottolinea l'edizione odierna de Il Tempo, sabato taglierà un nuovo traguardo: sarà il secondo calciatore nella storia a raggiungere quota 300 presenze nel massimo campionato. Un privilegio che prima di lui era toccato solo ad Aldo Puccinelli, che ha vestito i colori biancocelesti in due parentesi distinte: la prima di tre, la seconda di 10 anni (fino al 1955). È trascorso più di mezzo secolo, ora tocca a Radu. E pensare che pochi mesi fa, prima della partenza per Auronzo, il suo addio sembrava cosa fatta. Una frattura insanabile tra giocatore e società, con Inzaghi nel delicatissimo ruolo di paciere. Ha preso ago e filo, pazientemente, ha trovato la soluzione, definitiva. Il veterano ha raggiunto il ritiro con qualche giorno di ritardo rispetto alla squadra e ha chiesto scusa a tutto lo spogliatoio per il suo comportamento. L'episodio è ormai alle spalle e oggi si può guardare al futuro che passa per un finale di stagione frizzante che potrebbe portare qualcosa di magico e impensabile, ma che appare sempre più possibile.