Torino, Cairo: "Il campionato è finito, lo scudetto non andrebbe assegnato"

Il presidente del Torino Urbano Cairo è intervenuto ai microfoni di Radio Uno per dire la sua sul campionato e sull'eventuale ripresa.
31.03.2020 07:10 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Torino, Cairo: "Il campionato è finito, lo scudetto non andrebbe assegnato"

Urbano Cairo, presidente del Torino, è intervenuto ai microfoni di Radio Uno. Chiamato a dire la sua sul campionato e sull'eventuale ripresa, ha sottolineato: "L'ho già detto, secondo me il campionato è finito. A Wuhan hanno cominciato le misure restrittive il 25 gennaio e le toglieranno credo l'8 aprile, sono due mesi e mezzo di stop. Per noi, con due mesi di sosta, si ripartirebbe a fine maggio, sempre che non serva più tempo. Per le squadre vorrebbe dire cominciare ad allenarsi a fine maggio e quindi iniziare le partite a fine giugno, giocare a luglio e agosto. Poi dare un mese di vacanza, un mese per allenarsi e ripartire per il prossimo campionato non prima di novembre. Non si può fare. Scudetto? Non andrebbe assegnato perché il campionato non è finito e ci sono tre squadre in fazzoletto. Non ho sentito neanche Andrea Agnelli dire che andrebbe assegnato".

CONSEGUENZE ECONOMICHE - "Taglio degli stipendi? Ieri ho parlato con alcuni giocatori che mi hanno chiamato responsabilmente. Dobbiamo trovare un punto di incontro perché ognuno deve fare sacrifici. Il Torino in questo momento non incassa nulla, ci deve essere un sacrificio da parte di tutti per uscire da questa situazione e ripartire bene. Io sono fiducioso".

Inter, Candreva: "Scudetto? Ingiusto parlarne, prima sconfiggiamo il virus"

Lazio, l'ex Klose: "Davvero brutto vedere l'Italia così. Il calcio è secondario"

TORNA ALLA HOMEPAGE

Articolo scritto il giorno 30/3/2020 alle ore 16:00