FORMELLO - Lazio quasi a tutto campo: 2-2 in famiglia, doppietta di Caicedo

31.05.2020 07:10 di Carlo Roscito Twitter:    Vedi letture
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
FORMELLO - Lazio quasi a tutto campo: 2-2 in famiglia, doppietta di Caicedo

FORMELLO - Spazi allargati e allungati. Finalmente una partitella vera, sfruttando quasi per intero il campo. Che gioia per la squadra: 45 minuti di amichevole in famiglia, dieci contro dieci, porte sistemate al limite delle due aree di rigore. Interventi duri, forse pure troppo: c’è una fame pazzesca a Formello, si vede a ogni contrasto, nessuno tira indietro il piede. La Lazio ha spinto sull’acceleratore di sabato mattina, i calciatori hanno dato tutto dalle 10.30 in poi sapendo dell’imminente domenica di riposo. È finita 2-2: doppietta di Caicedo per i fratinati, di Leiva e André Anderson i gol dei celesti. Simone Inzaghi ha spedito la rosa negli spogliatoi dopo un allenamento ad alta intensità. Il vice Farris ha fatto da arbitro. Il ds Tare, soddisfatto, ha seguito da bordo campo.

PARTITELLA. Oltre ai lungodegenti, non si sono visti Radu e Adekanye. Ecco perché non è stato possibile giocare con due formazioni complete. I verdi si sono schierati con Guerrieri in porta, Patric, Acerbi e Falbo in difesa, Lazzari, Parolo, Cataldi e Joni a centrocampo, davanti la coppia Immobile-Caicedo. Di fronte: Alia tra i pali, Luiz Felipe, Silva e Bastos nel reparto arretrato, Anderson, Milinkovic, Leiva e Marusic (sulla fascia sinistra) in mediana, poi Luis Alberto alle spalle di Correa. Il “Panterone” ne ha segnati due col destro, li ha distribuiti nei due mini-tempi. Leiva, in gruppo per l’intera seduta, si è messo in mostra nel recuperare i palloni e si è tolto la soddisfazione di siglare il primo pareggio con un tiro a giro da fuori. André Anderson ha definito il risultato con una botta sul primo palo.

CONDIZIONI. Soltanto differenziato per Strakosha (infiammazione al quinto metatarso) e Vavro (stiramento, ha ripreso a correre). Proto, Lukaku e Lulic sono ancora all’estero, torneranno dopo il 3 giugno quando non dovranno più osservare i quattordici giorni di quarantena. Presto dovrebbe essere aggregato anche il baby Raul Moro (classe 2002). In questo momento si trova in Spagna, aveva abbandonato il convitto biancoceleste con la sospensione del campionato Primavera.

Pubblicato il 30/05