Italia, i convocati di Mancini: c'è Immobile. Fuori Acerbi per Rugani...

Pubblicato il 9 novembre 2018 alle ore 14:58
10.11.2018 07:27 di Francesco Tringali  articolo letto 11939 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Italia, i convocati di Mancini: c'è Immobile. Fuori Acerbi per Rugani...

Prima chiamata in azzurro per il centrocampista del Sassuolo Stefano Sensi, classe 1995, per quello del Brescia Sandro Tonali, classe 2000, e per l’attaccante dell’Hoffenheim Vincenzo Grifo, classe 1993. Sono queste le principali novità nelle convocazioni di Roberto Mancini per l’ultimo impegno nella UEFA Nations League con il Portogallo e per l’amichevole con gli Stati Uniti. Sabato 17 novembre, allo stadio ‘Giuseppe Meazza’ di Milano, gli Azzurri si giocheranno con il Portogallo le ultime chance per conquistare il primo posto del girone che vale l’accesso alla Final Four. Tre giorni dopo, martedì 20, per la Nazionale ultima gara dell’anno con gli Stati Uniti, amichevole che si giocherà allo stadio “Luminus Arena” di Genk (entrambi gli incontri inizieranno alle ore 20.45 e saranno trasmessi in diretta su Rai 1).
La Nazionale svolgerà la preparazione presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano per poi partire venerdì alla volta di Milano, alla vigilia della gara con il Portogallo: walk around al “Meazza” previsto alle 19.15 e conferenza stampa del Ct e di un calciatore alle 19.30. Dopo la gara, gli Azzurri si fermeranno a Milano per trasferirsi a Genk il 19, anche in questo caso alla vigilia del test con gli Usa; per l’occasione l’allenamento ufficiale - previsto alla Luminus Arena di Genk (ore 18.00) – sarà preceduto dalla consueta conferenza stampa prepartita.

L’elenco dei convocati

Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milan), Salvatore Sirigu (Torino);

Difensori: Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Mattia De Sciglio (Juventus), Emerson Palmieri Dos Santos (Chelsea), Alessandro Florenzi (Roma), Alessio Romagnoli (Milan), Daniele Rugani (Juventus);

Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Roberto Gagliardini (Inter), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Lorenzo Pellegrini (Roma), Stefano Sensi (Sassuolo), Sandro Tonali (Brescia), Marco Verratti (Paris Saint Germain);

Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Fiorentina), Vincenzo Grifo (Hoffenheim), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Kevin Lasagna (Udinese), Leonardo Pavoletti (Cagliari), Matteo Politano (Inter).

Staff – Commissario Tecnico: Roberto Mancini; Team Manager: Gabriele Oriali; Assistenti tecnici: Alberico Evani, Angelo Adamo Gregucci, Giulio Nuciari, Fausto Salsano, Massimo Battara; Preparatori atletici: Claudio Donatelli e Andrea Scanavino; Match Analyst: Antonio Gagliardi; Medici: Andrea Ferretti e Carmine Costabile; Fisioterapisti: Maurizio Fagorzi, Emanuele Randelli, Fabrizio Scalzi, Luca Lascialfari; Osteopata: Walter Marinelli; Nutrizionista: Matteo Pincella.

ITALIA-PORTOGALLO. Sono 26 i precedenti tra Italia e Portogallo e gli Azzurri hanno un netto vantaggio negli scontri diretti: 18 vittorie e 2 pareggi contro le sole 6 sconfitte, anche se negli ultimi due confronti si è imposto il Portogallo (1-0) e l’ultimo successo italiano risale al 6 febbraio 2008 (3-1 a Zurigo in amichevole). Nelle ultime 4 gare a Milano con i lusitani si registrano 4 successi italiani. Quella con il Portogallo sarà la 58° gara dell’Italia a Milano, che aggancia così Roma al vertice della classifica delle sedi di gara che hanno ospitato più volte gli Azzurri. Nei 57 incontri disputati a Milano, l’Italia ha affrontato 23 avversarie con uno score di 37 vittorie, 18 pareggi e 2 sconfitte e una media di 2.26 punti a partita (129 punti in 57 gare). Gli Azzurri non perdono a Milano da 93 anni e sono imbattuti nelle 27 gare disputate nello Stadio di San Siro poi “Meazza”. Tra i precedenti a Milano, un Italia – Portogallo giocato esattamente 25 anni fa, il 17 Novembre 1993: vittoria azzurra 1-0 con gol di Dino Baggio.

ITALIA-USA. Sono 12 i precedenti tra Italia e Stati Uniti, 3 dei quali nella Fase Finale della Coppa del Mondo con una coincidenza favorevole: nel 1934 e nel 2006 l’Italia ha vinto il Mondiale dopo aver affrontato gli statunitensi. Lo score complessivo è di 8 successi italiani, 3 pareggi e 1 sconfitta, nell’ultima sfida a Genova nel 2012. Italia e Usa si incontreranno per la 6a volta in campo neutro: finora 5 vittorie e 1 pari per gli Azzurri, che vantano un +20 nella differenza reti, grazie soprattutto ai due ampi successi alle Olimpiadi del 1948 e 1952 (17/0). Per l’Italia sarà la prima uscita a Genk.