Calciomercato Lazio, Romagnoli-Casale: ora si cerca la svolta

07.04.2022 07:40 di Elena Bravetti Twitter:    vedi letture
Fonte: Alessandro Zappulla-Lalaziosiamonoi.it
Calciomercato Lazio, Romagnoli-Casale: ora si cerca la svolta

La Lazio prosegue il cammino in campionato con un occhio già rivolto alla sessione di calciomercato che partirà il prossimo primo luglio. La rosa biancoceleste sembra destinata a essere rivoluzionata da qualche cambiamento in più rispetto agli scorsi anni. E tra i reparti da "ritoccare" in modo più importante c'è la difesa. Luiz Felipe pare ormai con le valigie pronte direzione Spagna, mentre più di un punto interrogativo c'è sulla permanenza a Roma di Francesco Acerbi. Per quanto riguarda la retroguardia, sono due le piste più "calde", quelle che conducono ad Alessio Romagnoli e a Nicolò Casale.

AFFARE ROMAGNOLI - Il primo si libererà a fine stagione dal Milan. Si tratta dunque di un'operazione a parametro zero, un profilo proposto dalla società al tecnico, ma che ha immediatamente ricevuto il via libera da parte di Maurizio Sarri. Il giocatore, secondo quanto raccolto in esclusiva dalla nostra redazione, avrebbe dato disponibilità al club biancoceleste - di cui è anche tifoso - ma vorrebbe dalla dirigenza uno sforzo in più sull'ingaggio. La Lazio per ora è ferma a una proposta da 3 milioni e bonus (non facili da ottenere), mentre dall'entourage del ragazzo chiedono uno sforzo in più, soprattutto per quanto riguarda la base fissa e i bonus che dovrebbero essere più facili da raggiungere rispetto a quanto prospettato finora da Lotito. Da definire, inoltre, la questione commissioni con l'agente del difensore, Mino Raiola. Tuttavia la Lazio, consapevole della concorrenza, vorrebbe anticiparla cercando una "svolta" nei prossimi giorni. 

E POI C'È CASALE - La pista Romagnoli non è comunque la sola relativa alla difesa e che Tare vorrebbe continuare a percorrere. L'altro nome è quello di Casale, profilo proposto direttamente dall'allenatore. Lo stesso Sarri starebbe spingendo la dirigenza a riallacciare i contatti col Verona per il classe '98, legato al club gialloblù da un contratto che scadrà a giugno del 2026. Le due società avevano già avuto modo di parlare dell'operazione a gennaio. Tuttavia, da settimane si era chiuso ogni contatto, con tanto di inserimento da parte della Roma. Ora, con presidente e allenatore impegnati a programmare il futuro della squadra, la volontà del tecnico pare fondamentale. E chissà che la sua "proposta" non possa tornare in auge. 

TORNA ALLA HOMEPAGE

©️ RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge

Pubblicato il 6/4