Calciomercato Lazio: vertice in vista per Mayoral, ancora attesa per Kumbulla

Settimana importantissima in chiave mercato in casa Lazio. Mentre si attendono ancora gli sviluppi per Kumbulla vertice in vista per Mayoral
27.07.2020 08:45 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Jessica Reatini
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Calciomercato Lazio: vertice in vista per Mayoral, ancora attesa per Kumbulla

Solo due gare e poi sarà calciomercato. Ovvio che la Lazio si stia muovendo già da tempo in questa ottica: gli obiettivi sono chiari e tra tutti c’è quello di Kumbulla. Proprio ieri i biancocelesti hanno sfidato il Verona e allora quale migliore occasione per tornare a parlare della questione. Come riporta la rassegna stampa di Radiosei il ds Tare ha incrociato il patron degli scaligeri Setti a bordo campo prima del match per “confermare” quella che è l’offerta della Lazio per il gioiellino classe 2000: 22 milioni più il cartellino di André Anderson, che  la società valuta 10 milioni, per un totale di 32. Dall’altro lato però il Verona vorrebbe altri cinque milioni cash e c’è anche da considerare l’offerta dell’Inter che ammonta a 30 milioni più il cartellino di Salcedo e un baby primavera. Tare ha poi incontrato Kumbulla anche in tribuna, il calciatore è out per infortunio, un segnale di piena sintonia tra giocatore e ds.

MAYORAL – L’altro obiettivo è invece Borja Mayoral e quello di oggi potrebbe essere un giorno molto importante su questo fronte. La società infatti incontrerà i procuratori del calciatore per il quale sono stati offerti 15 milioni a fronte dei 20 richiesti dai madridisti. Il profilo di Mayoral è quello scelto per rinforzare l’attacco per il prossimo anno e potrebbe arrivare a Roma anche una seconda punta, a patto che per uno che entra ci sia un attaccante che esca. Nel reparto offensivo il calciatore che potrebbe partire è Caicedo,  Immbile è per ovvie ragioni un intoccabile.

FORMELLO - Lazio, subito la ripresa: torna Lazzari con il Brescia

Verona - Lazio, retroscena Immobile: ecco perché voleva lasciare il rigore a Luis Alberto

TORNA ALLA HOME