RIVIVI DIRETTA - Lazio, Sarri: "Col Bayern con la faccia tosta e senza pensieri"

14.02.2024 07:55 di Elena Bravetti Twitter:    vedi letture
Fonte: Elena Bravetti - Lalaziosiamonoi.it
RIVIVI DIRETTA - Lazio, Sarri: "Col Bayern con la faccia tosta e senza pensieri"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Archiviata la vittoria in campionato contro il Cagliari, per la Lazio è il momento di "rituffarsi" in Champions. Dopo la fare a gironi conclusa col secondo posto dietro all'Atletico Madrid, i biancocelesti si giocheranno il passaggio ai quarti sfidando il Bayern Monaco di Tuchel. Il fischio d'inizio arriverà domani - mercoledì 14 febbraio - alle ore 21.00. Alla vigilia del match, Maurizio Sarri è pronto a rispondere alle domande dei cronisti nel corso della consueta conferenza stampa: 

Con quali armi una missione apparentemente impossibile diventa possibile?

"Pensando che non sia impossibile. Se partiamo dal presupposto che sia impossibile, è una partita già persa. Dobbiamo andare con fiducia, con entusiasmo, bisogna provarci a tutti i costi, una bella faccia tosta senza avere secondi pensieri. Sulla carta sono favoriti, vediamo cosa dirà il campo".

Cosa deve fare la Lazio?

"Bisogna soffrire tutti insieme, da collettivo. Ci saranno difficoltà da affrontare e da superare, questo è inevitabile quando le squadre sono di questa levatura. Dobbiamo fare tutto il contrario rispetto alla partira contro l'Inter, quando siamo stati in balia degli eventi, domani invece gli eventi bisogna affrontarli".

A che punto è l'operazione leggerezza?

"Momenti di pesantezza vengono fuori inevitabilmente, soprattutto quando lavori per 3-4 anni con lo stesso allenatore. Non bisognerebbe mai scordarsi che noi facciamo un gioco, e il gioco si fa divertendosi. Non parlo di diventare superficiali, penso che bisogna tornare ad avere il senso del divertimento in campo con tutte le responsabilità che ci dobbiamo assumere. Se si spegne il bambino anche l'adulto si spegne, rende meno e fa divertire meno chi lo segue. Siamo dei privilegiati, facciamo per lavoro qualcosa che avremmo fatto non gratis, anche pagando".

Che Bayern ti aspetti? Vecino o Cataldi?

"Non lo so, Vecino non stava neanche particolarmente bene oggi. Vediamo come starà nell'ultimo allenamento domani mattina e poi decidiamo. Mi aspetto un Bayern forte, la squadra è diversa rispetto al campionato, molto più cattiva, determinata. Sono squadre che possono perdere qualche patita in campionato, non in Champions".

Luis Alberto più vicino con il rientro di Immobile?

"Luis Alberto è il nostro centrocampista più offensivo, poi spesso lui stesso viene più in basso a prendere la palla ma perché gli piace molto giocare il pallone. Il trequartista che voglio io non lo può fare Luis, io ho bisogno di un trequartista che attacchi gli spazi. Quando una squadra perde una partita si parla sempre di cambio modulo, a me sembra una cazzata. La Lazio sta viaggiando a due punti di media considerando tutte le competizioni, siamo in difficoltà perché abbiamo sbagliato completamente la prima parte della stagione. Errori pesanti che in campionato ancora stiamo pagando".

Sta pensando a una squadra più compatta? Più protetta?

"Se gli dico di giocare con entusiasmo, con fiducia e poi gli vado a mettere un difensore in più, non sono credibile neanche con i giocatori. Facciamo la nostra partita, senza secondi pensieri. Poi sarà il campo a farci fare una partita diversa rispetto a quella che vorremmo fare, ma lasciamo che sia il campo a farlo".

Cosa serve alla società?

"Ci penserà il presidente, io gli ho detto solamente quello che penso. Si parla di tante possibili varianti, poi vincono i campionati le squadre che hanno il maggior fatturato. Poi ci sono casi straordinari che si ricordano per vent'anni, ma proprio perché sono casi straordinari. Penso si possa far bene anche non essendo una delle maggiori potenze internazionali, ma poi alla fine gli investimenti sono determinanti".

Patric, Zaccagni e Rovella?

"Patric ha fatto l'allenamento con noi, non ha più grande dolore ma ha qualche difficoltà nello scontro fisico. Zaccagni era ancora fuori, ieri con le scarpe senza tacchetti riusciva ad allenarsi anche abbastanza bene, con le scarpe con i tacchetti ha dolore nei cambi di direzione. Rovella ha un inizio di pubalgia che in questo momento si è riacutizzato ed è in difficoltà".

TORNA ALLA HOMEPAGE