Lazio, dott. Morelli: "Lavoriamo sui postumi degli ultimi infortuni". E su Marusic...

Le parole del dottor Morelli ai microfoni di Lazio Style Channel.
17.07.2019 12:20 di Annalisa Cesaretti Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, dott. Morelli: "Lavoriamo sui postumi degli ultimi infortuni". E su Marusic...

Dalla Lazio Primavera alla prima squadra: il dottor Michele Morelli è ad Auronzo di Cadore, pronto a iniziare la nuova stagione come new entry dello staff medico biancoceleste. Ecco le sue parole ai microfoni di Lazio Style Channel: "Dopo tanti anni di settore giovanile, approdare nella prima squadra di quella che considero la mia casa è un'emozione indescrivibile. Ho sempre sognato di arrivare a questo livello. Grazie al presidente, al lavoro profuso e ai risultati raccolti in Primavera sono riuscito a centrare quest'obiettivo. Nello staff tecnico di oggi ho trovato tanti grandi compagni di viaggio, tutti hanno avuto un eccellente svilupp sotto ogni punto di vista nel corso degli anni".

MARUSIC E DURMISI - "Proverò a integrarmi e a collaborare per risolvere i problemi che sorgeranno nel corso della stagione, rendendomi utile per centrare gli obiettivi della squadra. Ho trovato dei ragazzi molto seri e molto professionali, rigidi in termini lavorativi. Per me è stata una piacevole sorpresa, sono davvero contento. Stiamo lavorando sui postumi di infortuni subiti nell'ultima parte della scorsa stagione, non si registrano nuovi stop tranne uno recente di Durmisi nella partitella di ieri pomeriggio. Il danese ha riportato uno stiramento ai flessori sul quale stiamo indagando, provando a risolverlo. Marusic desta più apprensione poiché, durante la vacanza, ha riportato una distorsione al ginocchio sinistro con interessamento del compartimento laterale. Stiamo cercando di risolvere nel migliore dei modi e nel più breve tempo possibile questo problema".

OBIETTIVO - "Nel corso della mia attività ho puntato molto sull'aspetto relazionale e umano ed è necessario questo per creare un rapporto con i pazienti. Dal dialogo si allaccia una linea di collaborazione utile nel lavoro giornaliero. Ho vissuto l'atmosfera degli spogliatoi a livelli inferiori, amo il calcio e questo mi aiuta. Lo spogliatoio e l'ambiente di lavoro è molto sereno ed è necessario preservarlo per ottenere il massimo dell'efficienza e della competenza proverò, in questo contesto, a mettere a disposizione la mia esperienza".

LAZIO, OPERAZIONE CIPRIANO

LAZIO, QUINTO GIORNO DI RITIRO

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOMEPAGE