Nazionali, continua il sogno del Kosovo: Berisha batte Marusic 2-0

Il Kosovo batte il Montenegro e continua a sognare Euro 2020. In campo "per la Lazio" Berisha da una parte e Marusic dall'altra.
15.10.2019 07:22 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Nazionali, continua il sogno del Kosovo: Berisha batte Marusic 2-0

Piccolo, grande Kosovo. La nazionale di Berisha stende il Montenegro di Marusic e continua a credere nel sogno: Euro 2020. I due laziali partono titolari e restano in campo per tutti i 90 minuti più recupero. Due prestazioni identiche sull'orologio, ma opposte sul piano della qualità di rendimento. Male il montenegrino, che parte come terzino destro nel 4-2-3-1 del ct Hadzibegic. L'esterno della Lazio crolla insieme al resto della difesa, tramortita dopo soli 10 minuti dall'uscita scriteriata del portiere Petkovic (verrà sostituito 5 minuti più tardi per infortunio): a porta vuota Rrahmani sigla l'1-0 e spiana la strada ai suoi. Non fa meglio il sostituto di Petkovic, Mihajatovic, che condanna definitivamente il Montenegro dopo una respinta discutibile su un tiro debole di Muriqi. L'attaccante del Fenerbahce - seguito anche dai biancocelesti - ha vita facile e sulla ribattuta si regala il 4° gol in 6 partite del girone. È 2-0. Un paio di cross e qualche sortita offensiva non cancellano il 5 in pagella per Marusic, rimandato nel ruolo di terzino. Buona invece la prova del suo compagno di club. Berisha viene schierato a sorpresa come uno dei due mediani nel modulo che nei numeri è identico a quello degli avversari. Ennesima prestazione di sostanza per lui, che nei primi 45 minuti si fa notare più in fase di interdizione che in zona avanzata. Le cose cambiano nella ripresa. Solo l'imprecisione dei suo compagni gli impedisce di marchiare la serata nel ruolo di assistman, ma fa nulla. Valon c'è: la Lazio può sorridere, il Kosovo anche. La piccola nazione avrà la possibilità per diventare grande, si deciderà tutto nella prossima sfida contro la Repubblica Ceca (tra un mese esatto, 14 novembre). Il sogno Euro 2020 è ancora vivo e vegeto.

NAZIONALI, STRAKOSHA IN CAMPO NELLA VITTORIA DELL'ALBANIA

GABRIELE PULICI: "PAPA' AMAVA LA LAZIO"

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato il 14