STATS CORNER - Sassuolo - Lazio, i numeri della sfida. Immobile e Parolo cecchini e al Mapei Stadium...

11.11.2018 11:01 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
STATS CORNER - Sassuolo - Lazio, i numeri della sfida. Immobile e Parolo cecchini e al Mapei Stadium...

Dopo i successi con Spal e Marsiglia, la Lazio vuole chiudere il cerchio sul campo del Sassuolo. Una sfida complicata che precede la terza sosta per le Nazionali della stagione e che servirà ai ragazzi di Inzaghi per ricaricare le pile dopo il tour de force dei primi due mesi. Non sarà semplice perché la squadra di mister De Zerbi è la rivelazione di questo campionato con ben 18 punti all’attivo. I numeri a Reggio Emilia, però, sorridono alle aquile.

I PRECEDENTI - Sarà l’undicesimo confronto diretto tra Lazio e Sassuolo, i dieci precedenti si riferiscono alle ultime cinque stagioni nella massima serie. Nelle ultime quattro annate le due squadre hanno entrambi i match stagionali giocati. Nelle ultime due stagioni i capitolini hanno avuto la meglio sia all’Olimpico che al Mapei Stadium: doppio 2-1 nel 2016/17, 6-1 e 3-0 (in trasferta) lo scorso campionato. Nel 2015/16 i neroverdi hanno vinto sia la gara d'andata che quella di ritorno, che rappresentano anche gli unici due successi contro i capitolini. In Emilia i padroni di casa si imposero per 2-1 grazie alle reti di Berardi e Missiroli, Felipe Anderson accorciò le distanze per i capitolini nel finale. All’Olimpico decise ancora un penalty di Berardi e il gol di Defrel.  Nel 2014/15 la doppietta fu di stampo laziale con i ragazzi di Pioli che strapparono i tre punti sia nella Capitale (3-2) che In trasferta (3-0). All'ombra del Colosseo i biancocelesti soffrirono, ma agguantarono il successo grazie ai gol di Mauri, Djordjevic e Candreva, rendendo vana la doppietta di Berardi. A Reggio Emilia fu decisivo un Felipe Anderson in formato express, che regalò gol e assist. Oltre al brasiliano trovarono la via della rete anche Klose e Parolo. L'altro 3-2 è quello del febbraio 2014 che è passato alla storia non per quello accaduto in campo. Gli oltre 40mila spettatori dell'Olimpico mandarono in scena la protesta nei confronti del presidente Lotito, denominata "Libera la Lazio". Una serata che riempì le pagine dei giornali per giorni. Per quello che riguarda il calcio giocato Radu, Klose e un autogol di Paolo Cannavaro regalarono il bottino pieno all'allora squadra di Reja.  In totale sono sette i successi biancocelesti e due quelli emiliani. L'unico pareggio è il 2-2 del settembre 2013 con l'allora squadra di Petkovic che non sfruttò il doppio vantaggio. Al Mapei Stadium, il bilancio sorride alle aquile per 3-1 con l’aggiunta di un  pari.

INZAGHI VS DE ZERBI - Quarto confronto diretto tra i due allenatori, tutti relativi alle ultime due stagioni con il mister dei padroni di casa che sedeva sulle panchine di Palermo e Benevento. Il primo è stato nel match tra i siciliani e la Lazio di due anni fa vinto dalle aquile grazie al gol di Milinkovic Savic. Il 5-1 e il 6-2 rifilati al Benevento dello scorso campionato completano il conto dei tre successi del mister delle aquile. Il piacentino ha incontrato il club nero-verde solo nei quattro match degli ultimi due campionati e ha messo insieme quattro vittorie, mentre non li aveva mai affrontati nella sua carriera da  giocatore.

DETTAGLI GOL - La Lazio dovrà fare attenzione a Domenico Berardi. Il numero 25 ha punito il club capitolino in quattro delle ultime cinque occasioni in cui lo ha incontrato mettendo a segno ben sei gol. Khouma Babacar, invece,  ha segnato due reti quando indossava la maglia della Fiorentina. Ritroverà i capitolini Alessandro Matri: l'ex Milan tre stagioni fa ha giocato con l’aquila sul petto collezionando 31 presenze e 7 gol tra campionato e coppe. Da rivale il bomber di Sant’Angelo Lodigiano ha affrontato la Lazio 20 volte e ha un bilancio più che positivo che recita nove successi, tre pari e otto ko, con cinque reti all’attivo. Il numero 32 realizzò la rete che consegnò la Coppa Italia alla Juventus nella finale del maggio 2015. Per quello che riguarda i biancocelesti, è Ciro Immobile la bestia nera del Sassuolo. Il bomber di Torre Annunziata ha punito sette volte gli emiliani che dopo il Verona e il Genoa è una delle sue vittime preferite nella massima serie. L'ex Siviglia è imbattuto contro Berardi e compagni avendo messo insieme sette vittorie e due pari in nove sfide. Numeri importanti anche per Parolo che ha fatto male quattro volte ai neroverdi.  Milinkovic Savic e Luis Alberto sono a quota 2 . Radu e Lulic, infine, sono fermi a uno.