Insulti a Mihajlovic, confessa il vigile urbano: sarà sospeso

Il vigile urbano autore degli insulti a Mihajlovic prima di Atalanta - Lazio verrà sospeso, l'agente del XV gruppo Roma Nord - Cassia ha confessato.
22.05.2019 10:30 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Insulti a Mihajlovic, confessa il vigile urbano: sarà sospeso

Era stato inchiodato da un video che confermava in toto le parole di Mihajlovic, il vigile urbano che prima di Atalanta - Lazio del 15 maggio aveva insultato il tecnico del Bologna: “zingaro di m...”, queste le sue parole a cui è seguita la reazione rabbiosa dell'ex biancoceleste, calmato solo dai colleghi vigili del XV gruppo Roma Nord - Cassia. Come riporta la rassegna stampa di Radiosei, l'agente – che non aveva mai ricevuto provvedimenti disciplinari in passato - ha confessato e per questo è partita una segnalazione al dipartimento Personale, che nelle prossime settimane dovrebbe procedere con la sospensione. Già in un primo momento il comandante della polizia Locale, Antonio Di Maggio, dopo aver ascoltato Mihajlovic aveva condannato il gesto e promesso sanzioni. Dal canto suo il serbo, nella conferenza stampa pre-partita con la Lazio, aveva dichiarato di non voler procedere per vie legali: “Non voglio denunciare nessuno, se non fosse stato accusato un tifoso della Lazio non avrei nemmeno parlato dell'accaduto”. Ci penserà la giustizia interna del comando di polizia Locale a prendere provvedimenti verso il vigile, nel frattempo Di Maggio si è scusato per l'accaduto personalmente con tutta la famiglia Mihajlovic.

CALCIOMERCATO LAZIO, IDEA CEBALLOS

LAZIO, IL PROGRAMMA UFFICIOSO DEL RITIRO ESTIVO

TORNA ALLA HOMEPAGE