FORMELLO - Lazio, Luis Alberto insidia Correa: Leiva ok, Lulic a sinistra

pubblicato il 10-11-2018 alle 15.00
11.11.2018 07:00 di Carlo Roscito Twitter:   articolo letto 12784 volte
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
FORMELLO - Lazio, Luis Alberto insidia Correa: Leiva ok, Lulic a sinistra

FORMELLO - Inzaghi non svela le carte della sua Lazio. Soprattutto in attacco il ballottaggio è apertissimo. Luis Alberto o Correa contro il Sassuolo? Le prove lanciano lo spagnolo dal primo minuto in coppia con Immobile, colpito duro contro il Marsiglia e per questo utilizzato soltanto part-time durante la rifinitura. Niente partitella finale e rientro anticipato negli spogliatoi. Ma ci sarà dal primo minuto. Il dubbio vero è alle sue spalle. Correa ha convinto in Europa League, Luis Alberto spera in una chance e il tecnico, in conferenza stampa, non ha escluso la sua candidatura per un maglia da titolare. Tutt’altro. Si trequartista verrà deciso domani dopo l’ultimo risveglio muscolare. Out Caicedo: proverà a rientrare per il Milan dopo la sosta. 

RECUPERI. Le notizie positive arrivano dal centrocampo. Leiva, Lulic e Badelj si allenano in gruppo per il secondo giorno consecutivo e verranno inseriti nella lista dei convocati. Recupero record soprattutto per il brasiliano: al Mapei Stadium dovrebbe tornare dall’inizio in regia. Probabile panchina per Badelj e Cataldi, stamattina impiegato come intermedio di destra dopo le ottime prove contro Spal e Marsiglia. A sinistra sicuro del posto Lulic, a destra Patric in vantaggio su Marusic. Parolo e Milinkovic le due mezzali. Dietro Luiz Felipe leggermente favorito su Wallace per chiudere la linea a tre con Acerbi e Radu. Caceres rischia la convocazione. Non era in campo in mattinata. 

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Patric, Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. A disp. Proto, Guerrieri, Bastos, Wallace, Durmisi, Lukaku, Marusic, Cataldi, Murgia, Badelj, Correa, Rossi. All. Inzaghi.