PAGELLE - Torino - Lazio, Immobile si sblocca. Lulic, che pennica...

26.05.2019 16:56 di Carlo Roscito Twitter:    Vedi letture
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
PAGELLE - Torino - Lazio, Immobile si sblocca. Lulic, che pennica...

PROTO 6: Seconda in Serie A. A Cagliari era stato tra i migliori, oggi non può nulla sulla girata mancina di Iago Falque, mentre arriva un pizzico in ritardo su Lukic involato. Non è nemmeno fortunato: respinge il tiro di Zaza e De Silvestri lo beffa con un tap-in morbido. Nel recupero evita il poker di Rincon.

BASTOS 5.5: Si è ripreso la scena - e una maglia in difesa - nel finale di stagione. Non si limita a marcare, quando può si spinge anche nella metà campo avversaria. Per poco non ripete l’eurogol di lunedì scorso. Pesa l’ingenuità sul 2-0 granata.

ACERBI 6: Chiude il cerchio, quello dello zero dopo il cinque: 50 partite totali, l’unico a riuscirci in Serie A. Ne ha saltata una e per colpa di una squalifica ingiusta. Col Toro è perfetto fino al gol del 2-0: si preoccupa del possibile filtrante per Belotti e Lukic si infila in mezzo con tutta la Lazio sbilanciata.

RADU 5.5: Tra i tre dietro è quello che va più in difficoltà. Iago Falque si muove su tutto il fronte, ma poi le cose migliori le fa vedere quando rientra sul sinistro, quindi partendo dalla sua parte. Anche Belotti lo impensierisce parecchio.

Dall’82’ CAPANNI sv: Debutto con la Lazio dei grandi (undicesimo baby fatto esordire da Inzaghi). Stop e botta da fuori immediata: per un soffio non gli riesce la prodezza all’incrocio. Complimenti.

ROMULO 5.5: Poco nel vivo del gioco, un paio di cross in mezzo e niente di più. Prestazione opaca, da gennaio in poi aveva fatto vedere sicuramente di meglio. Aina vince di fisico il confronto diretto.

PAROLO 5.5: Sbaglia il tempo del pressing e il Torino riparte per il raddoppio. Ha il merito di pescare Immobile in profondità. Però anche lui fatica parecchio sia in interdizione, sia ad accompagnare l’azione offensiva.

BADELJ 6: Non riesce a chiudere sul passaggio vincente per Lukic. È una macchia di una prestazione tutto sommato positiva. Palla al piede è uno dei pochi ad avere delle idee interessanti.

JORDAO 6: Esordio da titolare con la Lazio. La personalità non gli manca: il primo tocco è alla “Holly e Benji”, un tocco sotto per saltare un intervento in scivolata. Qualche buona giocata, cala nella ripresa e Inzaghi lo richiama in panchina.

Dal 58’ DURMISI 5.5: Si propone, ma i cross sono spesso calibrati male. Non impeccabile (eufemismo) sull’azione del terzo gol granata: Zaza conclude perché lo marca a distanza.

LULIC 5: Si fa una pennica niente male: la rimessa di Ola Aina è un cross in area che trova Iago Falque tutto solo perché il bosniaco non si era quasi accorto di nulla. Tutti i compagni marcano qualcuno, lui no e il Toro la sblocca. Sulla sua fascia invece ha di fronte un altro bel trattore come De Silvestri.

CATALDI 6: Insolita veste da trequartista, gli spunti interessanti sono soprattutto nel primo tempo. Non è più una questione di ruolo: ora è consapevole e maturo, è migliorato nella testa perché le qualità le ha sempre avute.

IMMOBILE 6.5: Ritrova il gol nella situazione più complicata, con N’Koulou appiccicato alle spalle. La conclusione è improvvisa e inaspettata, passa sotto le gambe del difensore e buca Sirigu. Novantanovesima rete in Serie A: la numero 100 se l’è tenuto per il prossimo anno.

ALL. INZAGHI 5.5: Gli mancava mezza squadra. Chiude il campionato con la 13esima sconfitta e all’ottavo posto in classifica. La Coppa Italia ha salvato 38 giornate vissute sulle montagne russe. E vedendo il piazzamento finale sono state più le picchiate.

TORINO (3-4-2-1): Sirigu 6; Izzo 6.5 (Moretti sv), N'Koulou 6, Bremer 6 (Rincon 6); De Silvestri 7, Meite 6.5, Lukic 7, Ola Aina 6.5; Baselli 6, Iago Falque 7 (Zaza 6); Belotti 6.5. All. Mazzarri 6.5.