Lazio, Milinkovic: "Per Sarri corro di più. Correa? Ognuno fa la sua scelta..."

Pubblicato il 21/08
22.08.2021 07:25 di Jessica Reatini Twitter:    vedi letture
Lazio, Milinkovic: "Per Sarri corro di più. Correa? Ognuno fa la sua scelta..."

Esordio di campionato e prima firma stagionale per il Sergente Milinkovic autore di un'ottima gara contro l'Empoli. Il numero 21 al termine del match è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio: “Non mi aspettavo questa prova ma dopo il primo gol abbiamo reagito. Siamo contenti di aver vinto e ci prepareremo al meglio per la prossima partita. Era una gara tosta, abbiamo corso tanto per prendere la palla, abbiamo risposto bene e chiuso col 3-1 il primo tempo. Nel secondo eravamo tutti liberi di testa”. 

TIFOSI - "Averli è importante, è più bello perché giochi anche per i tifosi che ti danno una spinta e noi siamo contenti che siano tornati. La prossima gara sarà in casa e spero vengano tutti quelli che possono per darci una spinta in più. Il ritorno di Felipe? Mi mancava Felipetto, speriamo ci dia tante gioie”.

CALCI PIAZZATI “Li proviamo molto in allenamento, spesso qualcuno li dimentica ma si lavora tanto su questo aspetto".

PAROLO - "Quando sono arrivato Marco Parolo era già un leader e mi ha aiutato moltissimo, ho appreso il più possibile da lui per migliorare imparando".

MEZZE ALI "C’è un po’ di differenza rispetto a prima, corriamo di più, ma abbiamo anche più palla a terra. Il mister chiede di giocare più dentro al campo".

Milinkovic ha parlato anche a Sky: "Non cambia tanto con Sarri, forse prima andavo più in alto e ora devo venire più incontro e corro di più, a nessuno piace ma lo faccio per il mister. L’obiettivo è sempre la Champions League, siamo partiti bene, spero che contiamo così per ritrovarci alla fine nelle prime quattro".

Milinkovic a Dazn: "Da bambino giocavo molto a futsal e mi è rimasto il tocco con la suola, una delle mie giocate preferite. Quest'anno giochiamo più palla a terra, il mister chiede a noi centrocampisti di giocare di più e noi ci divertiamo. E' quello che vuole anche lui, dopo oggi possiamo dire che lo abbiamo cominciato a fare. Luis Alberto e Correa? Luis Alberto è arrivato dopo qualche giorno ad Auronzo e abbiamo parlato, Correa è ancora qui. Ognuno fa la sua scelta, quando c'è modo di parlare se ho da dire qualcosa lo faccio. Pedro? Me lo ricordo dal derby in cui ci ha fatto male, sono contento però che sia qui a darci una mano perché è un giocatore pazzesco. Non mi aspettavo che giocasse perché è appena arrivato, sono contento che abbia fatto una buona prestazione. Mi manca Parolo, lo scorso anno non giocava molto ma ci ha sempre aiutato nello spogliatoio, era tra i leader. Io sono arrivato ragazzino, ho preso tanto da lui. Lui in tv ci può stare, ha giocato tanti anni e può parlare di calcio".