Bilanci Serie A: Lazio ok, ma le altre...

22.03.2019 10:20 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso -Lalaziosiamonoi.it
bilanci-lazio-lotito
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
bilanci-lazio-lotito

BILANCI SERIE A - L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport pubblica un'inchiesta sui bilanci delle squadre di Serie A. Il quotidiano in rosa spiega come il fatturato del nostro campionato continui a crescere, ma allo stesso tempo crescono i costi. I dati si riferiscono alla chiusura della stagione 2017/18 e la chiusura parla di 2398 milioni di fatturato con un meno 88 milioni di risultato netto. In negativo rispetto a dodici mesi prima, quando si era raggiunto un più 3 anche grazie alle cessioni monstre di Pogba e Higuain. I dati sono anche contenuti grazie al fenomeno plusvalenze tornato di moda in queste stagioni, ma che rischia di spostare il problema solo di qualche anno. Tuttavia le spese, al netto delle minusvalenze, sono schizzate a 3 miliardi (2.997 milioni nel 2017-18), 295 milioni in più del 2016-17. Spese, beninteso, quasi tutte «sportive»: 1,5 miliardi per gli stipendi e 700 milioni per gli ammortamenti dei «cartellini» dei giocatori. Queste due voci sono lievitate, in dodici mesi, di circa 80 milioni a testa e, messe assieme, bruciano il 90% delle entrate. La composizione del fatturato della Serie A è così diviso: il 54% arriva dai diritti tv, il 23% dal commerciale e appena l’11% dallo stadio (il restante 12% si riferisce ad altri ricavi). Per quello che riguarda i singoli club bene la Lazio, così come Napoli, Cagliari e Torino che non vantano debiti esistenti con le banche. Migliora la situazione dell'Inter che negli ultimi anni con una politica dei costi più contenuta ha migliorato una situazione quasi disastrosa. L'operazione Cristiano Ronaldo ha cambiato i numeri della Juventus che ha chiuso con un bilancio in rosso, ma ha fatto registrare un +26% allo stadio, +42% di sponsorizzazioni, +80% di merchandising. Profondo rosso per Roma e Milan con i giallorossi che grazie alla semifinale di Champions e alle cessioni di Allison e Strootman hanno preso ossigeno. I rossoneri si affidano al fondo Elliot dopo il rosso dello scorso anno nella gestione Li. 

LAZIO - Bene i conti della Lazio nonostante la mancata qualificazione in Champions. La società ha stabilito il record di utile nella sua gestione: +37,3 milioni. Hanno aiutato il risultato le plusvalenze di Keita (29,3), Biglia (15,9) e Hoedt (15,7). L'aumento del tetto ingaggi ha fatto aumentare la dinamica costi-ricavi da 57,5 a 80,1 milioni. Lieve crescita dei debiti finanziari, da 46,8 a 50,5 milioni.  Per i ricavi 85.1 milioni sono arrivati dai diritti tv della passata stagione (comprese le coppe). Biancocelesti sesti in questa speciale classifica dietro Juventus (200,2), Roma (166,8), Napoli (121,6), Milan (109,3) e Inter (94,6). Per il resto 21 milioni sono arrivati dal commerciale e 12,2 dallo stadio. 

LAZIO, PAROLO: "SAPPIAMO COME FAR MALE ALL'INTER"

LAZIO, DURMISI: "VOGLIAMO LA CHAMPIONS"

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME PAGE