Zenga mette in discussione gli extra-recuperi e fa una proposta: i dettagli

26.11.2022 12:45 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
Fonte: Fabrizio Parascani
Zenga mette in discussione gli extra-recuperi e fa una proposta: i dettagli
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Lorenzo Marucci

L'ex portiere dell'Inter ha rilasciato una lunga intervista in cui ha affrontato il tema relativo al tempo di gioco effettivo. Tutti gli appassionati di calcio sanno come in ogni partita disputata il tempo effettivo sia sempre minore dei canonici 90 minuti più recupero. Alzare il tempo di gioco effettivo e ridurre le interruzioni potrebbe aumentare l'intensità e la sua spettacolarità. A tal proposito Walter Zenga ha rilasciato alcune dichiarazioni, azzardando una proposta: "Negli ultimi dieci o cinque minuti della partita ogni volta che il pallone va fuori il cronometro si blocca”. E ancora: "Bisogna chiedersi come aumentare la qualità. Certo non giocando 100' “. L'ex portiere della nazionale italiana ha aggiunto: "Il tempo effettivo poi toglierebbe la responsabilità dell'arbitro”.

Su questo tema Zenga ha fatto un esempio concreto: “ L'input è: aumentate tanto il recupero, portiamo cinque minuti in più di tempo effettivo e arriviamo a sessanta minuti. Prendi Marocco-Croazia: sei minuti di recupero e poi ne hanno giocati un po' più di tre. Non possono cambiare il regolamento e dunque ecco i recuperi extra lunghi. Più è lungo e più si gioca. Ma in realtà è che non aumenti la qualità del prodotto”. Alla domanda su chi gestirebbe il tempo effettivo, e se non darebbe vita ad altre polemiche, l'ex portiere ha risposto così: “No, al contrario toglieresti completamente la responsabilità dell''arbitro e il problema di tutti i giocatori di sollecitare una ripresa del gioco. Dall'ottantesimo in poi stoppi il tempo ogni volta che la palla esce, e fai in modo che lo vedano tutti”. 

TORNA ALLA HOMEPAGE