Lazio, Canigiani: “Soddisfatti dell'affluenza allo stadio. Sul terzo posto...”

Nel corso di Social Football Summit, evento che si sta svolgendo all'Olimpico, ha preso parola Marco Canigiani, responsabile marketing della Lazio.
21.11.2019 12:24 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Dai nostri inviati Andrea Marchettini, Alessandro Menghi e Leonardo Giovannetti - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, Canigiani: “Soddisfatti dell'affluenza allo stadio. Sul terzo posto...”

Come anticipato, si sta svolgendo in questi giorni allo stadio Olimpico Social Football Summit. Nel corso dell’evento ed, in particolare, nella seconda ed ultima giornata, anche Marco Canigiani ha preso parola. Il responsabile del settore marketing della Lazio si è espresso sull’ultima campagna abbonamenti: “Nell’ultima campagna abbonamenti lanciata quest’anno abbiamo scovato un bambino sui social, Thomas, che ha sintetizzato tutto il nostro pensiero, cioè la chiave emozionale per riportare i tifosi allo stadio. Noi venivamo da un rapporto complicato con i nostri tifosi, poi migliorato per fortuna. Serviva una chiave per mettere insieme tradizione e innovazione. Il tifoso ha dentro di sé degli elementi emozionali, ma è anche un cliente che deve essere rispettato. Chiunque lavora nel nostro settore deve rispettare il tifoso. Tutto corre molto velocemente dal punto di vista del business nel calcio, e ci sono modelli che cambiano da un momento all’alto”.

BIELSA - "È chiaro che poi i risultati cambiano a seconda dell'andamento della stagione:si hanno delle aspettative che non sempre vengono rispettate. Faccio un esempio: quando abbiamo preso Bielsa, avevamo impostato la campagna abbonamenti attorno a questa figura, ma poi lui stesso non volle venire dopo aver firmato. È successo che sui giornali il giorno dopo l'apertura degli abbonamenti abbiamo letto che erano stati venduti solo 11 abbonamenti. Questa cosa ci ha delusi, ma ci ha stimolato a farci venire nuove idee per promuovere la campagna abbonamenti. Quel numero casualmente è quello dei giocatori in campo, può essere una nuova squadra che ha creduto in qualcosa che ancora non c’è e che può ribaltare la situazione. E allora abbiamo deciso di mandare a queste 11 persone la nuova maglia, a sorpresa, presentandoci con alcuni calciatori a casa della gente. Le reazioni sono state bellissime. Un bambino ha chiamato i suoi amici per raccontare questa storia. Un altro signore incontra de Vrij e Hoedt, la moglie dice ‘peccato non c’è mia figlia, con due ragazzi così belli gliela avrei fatta conoscere’ (ride). Sky ha mandato in onda i video, i giornali italiani e internazionali ne hanno parlato e ci hanno chiesto i contatti delle persone per farsi raccontare l’emozione che hanno provato".

MODELLO DI BUSINESS - "Questo andamento ci porterà ad avere maggior seguito, ma forse perderemo qualcos'altro. Il modello di business è più complicato da gestire, l'evoluzione è talmente veloce che a volte nasce in perdita. Noi abbiamo aperto al mercato dei diritti televisivi, ma nessuno ha pensato che la presenza allo stadio ne sarebbe stato fortemente penalizzata. In Italia abbiamo degli stadi che sembrano vuoti nell'impatto televisivo (come l'Olimpico), bisogna rinnovarci anche in questo, servono strutture diverse".

Subito dopo, a margine dell'evento, Marco Canigiani è intervenuto ai nostri microfoni: “Un momento di confronto utile tra tutti gli operatori del settore, abbiamo potuto ascoltare esperienze diverse sul mondo del digital e del social, che sta andando avanti. Abbiamo raccontato esperienze, spiegando come noi abbiamo utilizzato i nostri strumenti di comunicazione, come abbiamo cercato di valorizzare alcuni aspetti Negli ultimi anni abbiamo sempre un numero ‘+’ davanti al dato di affluenza allo stadio, ne andiamo fieri. Rapporto con le nuove tecnologie? Stiamo cercando di fare investimenti per crescere, abbiamo tanta strada da fare ma sono certo che faremo grandi passi avanti. che faremo Terzo posto? Da tifoso mi aspetto di vincere tutte le partite, speriamo di raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati”.

Lazio, l'arbitro della gara: i precedenti con i biancocelesti

Social Football Summit, Sabatini: "La Lazio ha fatto un lavoro fantastico" - FT

TORNA ALLA HOMEPAGE