Nazionali, la Serbia di Milinkovic resta appesa a un filo. Solo panchina per Strakosha

Solo panchina per Strakosha questa sera tra Albania e Andorra. Malino invece Milinkovic, anche se la sua Serbia è ancora viva.
15.11.2019 07:40 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Nazionali, la Serbia di Milinkovic resta appesa a un filo. Solo panchina per Strakosha

C'è ancora speranza per la Serbia, anche se essere ottimisti in questo caso è solo un eufemismo. Con la vittoria - anche sofferta - di questa sera per 3-2 contro il Lussemburgo, infatti, Milinkovic e compagni tengono il passo del Portogallo vincente a valanga contro la Lituania (6-0 ndr). Il Sergente della Lazio, partito titolare come esterno di destra nel 4-2-3-1 di Tumbakovic, non convince particolarmente e resta in campo solo fino al 62'. Tra l'altro, è il suo sostituto Radonjic a siglare il momentaneo 3-1 appena 8 minuti dopo il suo ingresso in campo. La situazione dei serbi è sportivamente drammatica. L'Ucraina con i suoi 19 punti è già sicura del primo posto, mentre i portoghesi occupano la seconda casella a 14, a +1 dalla Serbia terza a 13 e così facendo estromessa da Euro 2020. Nell'ultima giornata Sergej e i suoi dovranno battere l'Ucraina e sperare che il Lussemburgo, penultimo a quota 4, fermi clamorosamente CR7&Co. Praticamente impossibile sulla carta, poi sarà sempre il campo a parlare. Come per il Kosovo di Berisha, però, anche la Serbia in caso di eliminazione dal proprio raggruppamento avrebbe comunque un'altra chance di qualificarsi ai prossimi Europei, rappresentata dalla Nations League. Dopo la vittoria del girone 4 della Lega C, infatti, i serbi si sono guadagnati un posto nei play off che si giocheranno a marzo. Sarà la seconda e ultima occasione per arrivare a Euro 2020.

STRAKOSHA - Serata tranquilla invece per Strakosha, spettatore non pagante della sfida tra Albania e Andorra. Non perché in campo succeda poco (2-2 il risultato finale), piuttosto perché il portiere biancoceleste si accomoda in panchina a favore di Berisha. La selezione di Reja, già fuori matematicamente dai giochi, chiuderà il proprio girone in casa contro la Francia. Dopo il risultato deludente di questa sera, l'ex allenatore della Lazio spererà di riscattarsi per l'onore. Questa volta magari con in porta Strakosha, che contro i galletti dovrebbe partire dal primo minuto.

LAZIO, LE PAROLE DI CORREA A LSR

ITALIA, MANCINI PARLA DEL BALLOTTAGGIO IN ATTACCO

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato il 14/11 alle 22.40