FOCUS - Lazio, ti presento Marusic: tutto quello che c'è da sapere sull'esterno montenegrino

Pubblicato il 29/06 alle ore 17:37
30.06.2017 07:28 di Mirko Borghesi Twitter:   articolo letto 38902 volte
Fonte: Mirko Borghesi - Lalaziosiamonoi.it
FOCUS - Lazio, ti presento Marusic: tutto quello che c'è da sapere sull'esterno montenegrino

L'esterno per il 3-5-2 della nuova Lazio di Inzaghi è arrivato. Fra i nomi di Kedziora e Castagne, in discesa costante negli ultimi giorni, si è così inserito fino a tagliar per primo il traguardo Adam Marusic. Serbo di nascita, Montenegrino di nazionalità, il classe 1992 proviene dal KV Oostende, squadra in cui aveva militato in precedenza anche Jordan Lukaku. 185 centimetri di altezza, piede destro, ha grandi qualità fisiche e acrobatiche oltre a una buona tecnica di base.

GLI INIZI - Marusic muove i primi passi da professionista nel Fudbalski klub Voždovac, squadra proprio di Belgrado, sua città natia. Nell'ambiente è sponsorizzato dalle buone prestazioni fornite nel settore giovanile della stessa società serba e dunque, già alla prima stagione, quella 2012-2013, trova ampio spazio fra i titolari. Sono 1481 i minuti giocati a fronte di 25 presenze e 1 gol. Numeri che contribuiscono alla promozione dalla Prva Liga. Neanche l'avvicendamento in panchina mina le certezze di Marusic. Zoran Milinkovic, chiamato a sostituire Aleksandar Janjic, gli conferma la sua fiducia nella Superliga 2013/2014. L'esterno montenegrino lo ripaga con 27 presenze condite da 6 gol, due assist, un giallo e la prima espulsione in carriera. La costanza e la duttilità di Marusic iniziano a intravedersi e le attenzioni di club più importanti cominciano a farsi pressanti. Non è consuetudine ritrovarsi di fronte a un profilo capace di interpretare il meglio il ruolo di ala offensiva sinistra e di terzino destro con tanta facilità. Il 7° posto del Voždovac è il timbro finale su un biglietto da visita di livello.

IN BELGIO LO STESSO GIORNO DI MILINKOVIC - A spuntarla, il 18 giugno del 2014, è il KV Kortrijk, squadra belga della Jupiler Pro League. L'annuncio viene dato da diversi media serbi e fiamminghi, in contemporanea col passaggio di Milinkovic-Savic al Genk. Stesso giorno, costo diverso per le due operazioni che saranno poi ufficializzate il successivo 1° luglio. Milinkovic-Savic sbarca in Belgio per 900.000 euro, Marusic per l'esatta metà: 450.000. Viene presentato insieme a Benoit Poulain e al nuovo allenatore, Yves Vanderhaeghe, il tecnico che lo porta a giocare esterno di centrocampo nel 4-4-2 o addirittura seconda punta. Le risposte sono anche qui positive: 2475 minuti in campo nelle varie competizioni con 35 presenze complessive, 6 gol e 3 assist. Il 5° posto in campionato vale la qualificazione ai play-off di Champions League. Un risultato di prestigio che non sarà bissato nella stagione 2015/2016. Il Kortrijk si piazza infatti a metà classifica, al 9° posto. Per Marusic le apparizioni sono in ogni caso 39, condite da altri 5 gol e ben 3191 minuti in campo. Numeri importanti che innescano una corsa a tre, agguerrita, tra Charleroi, Gent e KV Oostende.

L'ARRIVO AL KV OOSTENDE - Sono soprattutto questi ultimi due club a darsi battaglia a suon di incontri con gli agenti del calciatore, Mateja Kežman e Uroš Janković. Il 31 maggio lo stesso Marusic mette fine alla diatriba ai microfoni dell'Het Laatste Nieuws: "Ho raggiunto una decisione definitiva. Sebbene lusingato dall'interesse del Gent, giocherò nel KV Oostende. Ho informato anche il mio attuale club, il KV Kortrijk, nella speranza di avere il via libera al trasferimento". Circa un mese dopo, 28 giugno, in compagnia del ds dell'Oostende, Luk Devro, e di uno dei suoi agenti, Janković, Marusic firma il contratto che lo lega alla nuova società. La sua è un'ascesa senza fine. Il Montenegro inizia a convocarlo prima per le amichevoli, poi per le qualificazioni a EURO 2016, infine per quelle ai Mondiali del 2018 ( Scende in campo anche nella recente vittoria per 4-1 contro l'Armenia ndr ). 15 presenze destinate ad aumentare. Di pari passo convince tutti al KV OOstende giocando da terzino destro, sinistro, ala destra offensiva, ala sinistra e centrocampista centrale. L'uomo ovunque della rosa allenata dal ritrovato Yves Vanderhaeghe tocca il suo record di minutaggio (3477) e di partite giocare (40). Gol e assist sono una consuetudine: rispettivamente 5 e 6. L'Anderlecht, il top club di Bruxelles, ci mette gli occhi addosso ma non fa in tempo. Marusic è già con la testa altrove, pronto a partire dalla sua Belgrado insieme alla splendida compagna Tina, con le convizioni dettate dal suo ex ds: "Il grande vantaggio di Marusic è la sua versatilità. Può giocare ovunque, a destra e a sinistra, in qualsiasi ruolo di difesa o attacco". Così parlava Luk Devro, così spera Simone Inzaghi.