I NUMERI DEL MATCH - Lazio, gara a due volti con il Chievo: nella ripresa tanto gioco senza incidere

Pubblicato il 3 dicembre alle 11.20
04.12.2018 07:10 di Claudio Cianci  articolo letto 3094 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
I NUMERI DEL MATCH - Lazio, gara a due volti con il Chievo: nella ripresa tanto gioco senza incidere

La Lazio domenica ha pareggiato contro il Chievo Verona, un match terminato 1-1 in una sfida a due volti. Un primo tempo in cui i romani sembravano la brutta copia di una squadra di qualità, nella ripresa invece i capitolini hanno preso le redini del gioco in mano, trovato il pareggio e - purtroppo - reso sterile il grosso sforzo prodotto. Questo andamento, come sempre, si può tradurre nei numeri.

DUE FACCE - La Lazio domenica ha ottenuto il terzo pareggio consecutivo in una gara a due facce, lo testimonia anche il numero di occasioni prodotte nei due tempi. Nei primi 45’ i romani hanno prodotto 4 occasioni, nella ripresa ben 9 (il doppio). La grande mole di gioco sviluppata nel secondo tempo la si traduce anche nel numero di passaggi effettuati in area avversaria (ben 16) contro i 6 del primo tempo. Il Chievo però è riuscito a tenere botta grazie ai 40 disimpegni difensivi completati e ad una prestazione di cuore. I clivensi hanno completato solo 190 passaggi con una media di due consecutivi ad azione. La Lazio ha dimostrato anche a livello fisico un predominio grazie ai suoi 32 duelli aerei vinti. I primi cambi tecnici effettuati da entrambe le squadre (Caicedo per Radu e Cacciatore per Meggiorini) hanno cambiato il volto della partita, aprendo le porte all’assedio biancoceleste, nonostante questo la poca capacità di pungere ha reso (quasi) vano il forcing: la squadra di Inzaghi ha ottenuto il record di tocchi di palla (884), a questo va aggiunto il record di passaggi in area (22) e quello dei passaggi offensivi di un singolo (si tratta di Correa che ha toccato il pallone ben 32 volte). Le sostituzioni nonostante l'inversione di tendenza non hanno portato l'equilibrio e la cattiveria necessaria per poter incidere maggiormente e vincere la gara. 

SINGOLI - Acerbi si dimostra sempre più leader, lui è stato il migliore per anticipi, disimpegni e precisione dei passaggi. Immobile - ovviamente - è il calciatore che ha tirato di più in porta (5 conclusioni). Milinkovic ha corso tantissimo e con i suoi 12.294 chilometri è stato il top player per questa categoria a cui va aggiunto lo scettro per i tocchi di palla 104 e quello per il numero di duelli aerei vinti (7). Wallace ha recuperato ben 11 palloni mentre Badelj è stato il migliore per duelli individuali vinti (12), dribbling (6). Correa e Parolo invece sono stati i più “pericolosi” visto che hanno creato ben 4 occasioni a testa.

Si ringrazia la redazione di Lazio Page per le statistiche