Calciomercato Lazio, Insigne: "Immobile mi porta a Roma? Ciro è un amico, ma..."

Il fantasista del Napoli ha parlato anche dell'accostamento alla Lazio e del ruolo di Immobile nella vicenda di mercato.
24.06.2021 07:00 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Uefa/Image Sport
Calciomercato Lazio, Insigne: "Immobile mi porta a Roma? Ciro è un  amico, ma..."

Sarebbe il sogno proibito del mercato della Lazio, il campione in grado di accendere le fantasie e far fare il salto di qualità all'attacco di Sarri. Lorenzo Insigne è stato accostato ai biancocelesti, è in scadenza nel 2022 e con il Napoli i discorsi per il rinnovo sono arenati. Si dice che De Laurentiis proponga un ingaggio ribassato: 3,5 milioni annui, rispetto ai 4,5 che Insigne percepisce attualmente. Eppure, nonostante la scadenza tra 12 mesi, ADL per cedere il suo numero 10 chiede almeno 35 milioni di euro. Una cifra fuori dalla portata della Lazio, per questo immaginare Insigne a Formello - in questa sessione di mercato - è a dir poco complicato. Sempre secondo rumors insistenti, Lotito si sarebbe giocato la carta Immobile, puntando su Ciro - grande amico di Lorenzo - per convincere il napoletano a sposare il progetto laziale. Uno scenario che, però, lo stesso Insigne ha smentito in conferenza stampa a Coverciano: "È uscita questa voce secondo la quale Immobile sta facendo il direttore sportivo per portarmi alla Lazio, ma non è vero. Non mi ha detto nulla in proposito. Siamo amici, andremo in vacanza insieme, ma non abbiamo parlato di questo".

RINNOVO COL NAPOLI - Sul tema rinnovo con il Napoli, il fantasista ha glissato: "Penso solo a giocare l'Europeo, dopo ci sarà tempo per parlare con la società". L'amicizia con Immobile resta forte, pur se le strade professionali non dovessero più incrociarsi dopo l'esperienza a Pescara: "Ciro e Verratti sono due amici in campo e fuori. Quando Ciro ha vinto la Scarpa d'Oro mi sono emozionato, con loro sono cresciuto a Pescara. Un giorno potrò dire che avrò giocato con la Scarpa d'Oro. Marco gioca da dieci anni a Parigi, giocare in queste squadre non è facile". 
 

Pubblicato ieri alle 14:45