I numeri del mercato 2010: utile di 7 milioni, Hernanes colpo da 11, Kolarov plusvalenza d'oro

02.03.2011 09:17 di Marco Valerio Bava  articolo letto 7591 volte
Fonte: rassegna stampa a cura de lalaziosiamonoi.it tratta dal corriere dello sport
© foto di Federico Gaetano
I numeri del mercato 2010: utile di 7 milioni, Hernanes colpo da 11, Kolarov plusvalenza d'oro

I conti della Lazio nell’ultimo semestre, le operazioni di mercato dell’estate 2010, l’acquisto di Hernanes e la cessione di Kolarov. Il Consiglio di Gestione della società biancoceleste lunedì ha ap­provato il bilancio al 31 dicembre e ieri è stato pub­blicato sul sito internet. Sessantacinque pagine pie­ne di curiosità, notizie, dati da appro­fondire e conferme. Il club chiude con un utile netto di 7,36 milioni e in sede di mercato, all’insegna di un fair-play finanziario già seguito dal­l’attuale gestione, ha speso poco me­no di quanto incassato.

In estate si danno i numeri, a volte capita che siano gonfiati. Pren­dete il caso di Hernanes: c’era chi so­steneva fosse costato 14 o 15 milioni. Il bilancio della Lazio ha conferma­to le indiscrezioni che avevamo rac­colto in estate, quando dal Brasile so­stenevano l’operazione fosse appena inferiore agli undici milioni. Per la precisione, il San Paolo ha ceduto il cartellino del talento di Recife al co­sto di 9,5 milioni di euro. La Lazio ha speso altri 1,6 milioni alla voce “intermediazione” per il centro­campista brasiliano: soldi incassati dalla Traffic e dalla Kirin Soccer, a cui era intestato complessiva­mente il 25% del cartellino di Hernanes. Nel totale, un colpo da 11 milioni e 100 mila euro per l’acqui­sizione più un contratto lungo cinque anni per il centrocampista.

L’altra operazione significativa della scor­sa estate riguarda Alvaro Gonzalez, scoperto sul cam­po nelle ultime settimane. Il centrocampista, preleva­to dal Defensor Sporting, è stato preso per 5 milioni di euro. Non c’è traccia di Pablo Pintos, tenuto in par­cheggio per l’intera estate, non tesserato per la ridu­zione sugli extracomunitari e permettere l’acquisto di Hernanes, alla fine portato dal manager Fonseca in Spagna al Getafe. Mark Bresciano, contratto biennale, si era svincolato dal Palermo. La sorpresa è legata a Javier Garrido: lo spagnolo, almeno a livello contabile, è stato preso con una valutazione a costo zero, ci sono 329 mila euro di intermediazione e un contratto sino al 2015. La Lazio avrà almeno il vantaggio di non dover “am­mortizzare” il cartellino, ma appare evidente che il basco sia entrato nel­l’operazione Kolarov. Per la cessione del serbo, la società biancoceleste ri­caverà 17 milioni e 575 mila euro con una plusvalenza in bilancio quasi del­la stessa cifra (17.192.000). Era costa­to nel 2007 circa 900 mila euro, da ammortizzare ne restavano 380 mila.

Da sottolineare l’uscita di Eliseu. La ces­sione del portoghese al Malaga con la valutazione di 1,9 ha prodotto una plusvalenza superiore al milio­ne. Il Napoli ha preso Cribari per 500 mila euro. La Lazio ha chiuso il mercato estivo spendendo 16,2 milioni e incassando 19,9. Ma va considerato anche il riscatto di Floccari, datato 21 giugno e costato 8,3 milioni.