FORMELLO - Lazio, sei cambi rispetto al Chievo. Leiva in regia, in difesa...

Pubblicato il 23/04 alle ore 12.40
24.04.2019 07:20 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
FORMELLO - Lazio, sei cambi rispetto al Chievo. Leiva in regia, in difesa...

FORMELLO - L’ultimo allenamento della Lazio prima della partenza per Milano. A Formello la rifinitura anti-Milan sembra schiarire i dubbi in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia: Leiva in regia, Romulo e Lulic sugli esterni, Correa insieme a Immobile in attacco. E una difesa, che se confermata al fischio d’inizio, con le posizioni modificate rispetto all’ultima trasferta a San Siro. Inzaghi prova Luiz Felipe al centro della linea a tre, con Bastos alla sua destra e Acerbi a sinistra. L’ex Sassuolo - sia nell’andata con il Milan, sia nel match di campionato di dieci giorni fa - aveva controllato piuttosto bene Piatek. Le valutazioni andranno avanti fino a domani. Più sulla zona da occupare, che sugli uomini da impiegare.

RITORNI. Si prevedono sei cambi sugli undici uomini visti dal primo minuto con il Chievo. Avvicendamento su entrambe le fasce: Marusic e Durmisi verso la panchina, Romulo e Lulic titolari. Leiva si riprende il posto davanti alla difesa, ai suoi fianchi Milinkovic e Luis Alberto, i due calciatori espulsi sabato all’Olimpico. Sul fronte offensivo Correa in vantaggio su Caicedo per affiancare Immobile. Per il secondo giorno consecutivo il “Tucu” ha fatto coppia con Ciro. Squalificato e infortunato Radu, alle prese con un nuovo problema alla caviglia. Occhio ai cartellini: sono diffidati Patric, Wallace, Parolo, Leiva, Milinkovic, Marusic e Immobile. In caso di giallo rimediato salterebbero l'eventuale finale di Coppa Italia.

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2): Strakosha; Bastos, Luiz Felipe, Acerbi; Romulo, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Wallace, Patric, Durmisi, Marusic, Jordao, Parolo, Badelj, Cataldi, Neto, Caicedo. All.: Inzaghi.