Calciomercato Lazio, Hagi pista concreta: ecco gli scenari

Il talento romeno è uno dei nomi sulla lista di Tare per rinforzare l'attacco, ma non l'unico. Molto dipenderà dal prezzo del cartellino.
06.04.2020 06:50 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
Calciomercato Lazio, Hagi pista concreta: ecco gli scenari

Tutto fermo, in stand by, in attesa che si possa realmente capire quali siano le prospettive. La Lazio freme, vorrebbe ricominciare, s’è fermata sul più bello e fosse per Lotito la squadra sarebbe già tornata ad allenarsi (con tutte le precauzioni del caso). Un pensiero condiviso anche dal gruppo che in casa soffre e qualche ora tra campo e palestra la passerebbe volentieri. In congelatore, per adesso, è finito pure il mercato, perché serve capire cosa sarà della stagione 19-20 per definire le strategie e il budget per rinforzare una squadra che con tutta probabilità giocherà la Champions League. Difficile, però, per il direttore sportivo stare fermo, non fare nulla e un nome continua a circolare insistente in orbita biancoceleste. È quello di Ianis Hagi, figlio d’arte, erede di Gheroghe, il più grande talento mai prodotto dalla scuola romena. Il giovane Hagi, classe 1998, ha mostrato subito di avere grandi qualità e questo forse un po’ la frenato, il peso del confronto s’è fatto sentire e il salto in Italia, alla Fiorentina, è arrivato probabilmente troppo presto. Al Vitorul s’è rilanciato, al Genk non gli hanno dato grandi chance e il prestito ai Rangers è servito per mostrare all’Europa che il ragazzo c’è, ha talento e forse ha davvero cominciato il suo percorso ascendente. Hagi piace a Tare, è un giocatore che in attacco può fare un po’ tutto: la seconda punta, il trequartista, l’esterno. È rapido, ha tecnica, ma non ha un fisico minuto (è alto uno e 82).

SCENARI - La Lazio lo sta monitorando, ha avuto diversi contatti con l’entourage, vuole capire la situazione del giocatore che è di proprietà del Genk, ma è in prestito ai Rangers che possono vantare un’opzione di riscatto fissata a 5 milioni. Rumors insistenti, però, dicono che gli agenti di Hagi abbiano già comunicato al club di Glasgow la volontà di andare altrove una volta finita la stagione, che il riscatto venga esercitato o meno. Bisognerà capire questo: se i Rangers non dovessero esercitare il diritto di riscatto, allora il Genk potrebbe chiedere per il cartellino una cifra simile al prezzo stabilito al momento del prestito. Quindi 5-6 milioni. Se invece gli scozzesi dovessero riscattare Hagi e poi rimetterlo sul mercato, rispettando le sue volontà, allora potrebbero chiedere 10-12 milioni e puntare quindi a mettere a bilancio una buona plusvalenza. Farebbe la differenza. La Lazio considera Hagi un ottimo talento, è una delle soluzioni che Tare ha segnato sul taccuino per rinforzare l’attacco. Non l’unica. Un incremento sostanzioso del prezzo del cartellino, però, potrebbe diventare un ostacolo. Quella biancoceleste, comunque, è destinazione gradita, dal ragazzo e dai suoi agenti, anche perché Hagi un’esperienza in Italia la tenterebbe di nuovo più che volentieri, anche per prendersi una rivincita dopo la parentesi incolore a Firenze. Tra Genk e Rangers, prima dello stop, aveva collezionato 31 presenze, sei gol e sei assist. Un buon bottino che, se dovesse ripartire la stagione anche in Scozia, è destinato a crescere. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Pubblicato il 4/04 alle 17:30