Coronavirus / Lettera della Uefa: "Sospensione campionati prematura. Si può giocare a luglio e agosto"

Uefa, Eca e leghe europee hanno inviato una lettera alle Federazioni, leghe e club d'Europa chiedendo di aspettare a sospendere i campionati...
03.04.2020 08:45 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Coronavirus / Lettera della Uefa: "Sospensione campionati prematura. Si può giocare a luglio e agosto"

"Completare le competizioni anche a luglio e agosto. Non ha senso assegnare ora i titoli nazionali, la chiusura anticipata dei campionati potrebbe pregiudicare l'iscrizione alle coppe europee" questo il succo della lettera spedita daUefa, Eca e leghe all'indirizzo di tutte le Federazioni, di tutte le leghe e di tutti i club d'Europa. Il comunicato, firmato dai presidenti Ceferin, Agnelli e Olsson, arriva dopo la decisione del Belgio di sospendere il campionato per l'emergenza coronavirus. La Uefa è convinta che i campionati possano riprendere in estate magari sforando anche il 30 giugno, data limite per bilanci e contratti ma che può essere posticipata. Ecco il testo della lettera: "Qualunque decisione di sospendere i campionati sarebbe prematura e non giustificata. Siamo fiduciosi che il calcio possa ripartire nei prossimi mesi secondo le direttive delle Autorità. La decisione di sospendere i campionati potrebbe pregiudicare l’iscrizione alle coppe europee. E’ richiesto a tutte le Leghe di elaborare piani entro la metà di maggio per stilare un potenziale calendario con tutte le partite del calcio tra luglio e agosto, con la possibilità che la Champions e l’Europa League ripartano dopo i campionati stessi. Da parte nostra, fermare le competizioni è l’ultima spiaggia. Il dover completare la stagione, con risultati maturati sul campo sia il fine che tutti devono perseguire sino a quando è possibile, anche in una situazione senza precedenti come questa pandemia. La partecipazione alle competizioni Uefa è determinata dal risultato sportivo raggiunto al termine di un torneo nazionale, ma una risoluzione prematura desterebbe dubbi sull'adempimento di tale condizione”. Perciò la Uefa “si riserva la facoltà di valutare il diritto dei club ad essere ammessi”.​​​​​​​ La lettera prosegue e spiega come siano impegnati due distinti gruppi di lavoro che si occupano dei possibili calendari e dei risvolti legali, normativi e finanziari di uno sforamento della stagione oltre il 30 giugno.La lettera si chiude con la frase: "è strettamente necessaria una gestione congiunta dei calendari poiché la conclusione della stagione in corso deve essere coordinata con l'inizio di quella successiva".

TORNA ALLA HOMEPAGE

Lazio, Leiva al bivio per il problema al ginocchio. E spunta l'ipotesi operazione...

Lulic è pronto a riprendersi la Lazio e a sognare lo Scudetto