Lazio, in campo sempre gli stessi: mancano energie e lucidità

28.02.2024 08:15 di Andrea Castellano Twitter:    vedi letture
Lazio, in campo sempre gli stessi: mancano energie e lucidità
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

RASSEGNA STAMPA - Una squadra spremuta, indebolita e inevitabilmente piena di infortuni e malesseri. La situazione della Lazio è tutt'altro che rosea: Sarri ha utilizzato gli stessi giocatori contro Cagliari, Bayern e Torino. All'Olimpico con il Bologna e a Firenze, invece, ne ha cambiati massimo due. Come riportato da Il Corriere dello Sport, stanno tutti 'stragiocando' e i risultati ne risentono.

Guendouzi è alla 21ª partita di fila, Felipe Anderson alla 134ª. Era iniziato un programma di rotazioni che stava giovando alla squadra, poi le assenze hanno costretto il tecnico a mettere in campo sempre gli stessi. Nella classifica del minutaggio stagionale, ci sono nove calciatori sopra la soglia del 50% di partite giocate: oltre Provedel (97%), ecco Zaccagni (56%), Immobile (57%), Lazzari (58%), Romagnoli (69%), Luis Alberto (72%), Guendouzi (75%), Felipe Anderson (82%) e Marusic (85%).

Il sovrautilizzo, e il conseguente sovraccarico, ha portato evidente stanchezza e mancanza di lucidità in campo. Gli infortuni sono aumentati a dismisura, complici i numerosi impegni da gennaio in poi contando anche la Supercoppa Italiana. Il calendario è tutt'altro che semplice e la mancanza di energie è stata pagata contro la Fiorentina. La squadra è tirata al massimo e le rotazioni sono sempre più complicate: serve al più presto una soluzione.