Lazio, Parolo: "Vinciamo a Rennes e speriamo! Correa ago della bilancia..."

Marco Parolo ha analizzato il successo ottenuto dalla Lazio contro il Cluj ai microfoni di Sky Sport e della radio biancoceleste.
29.11.2019 07:20 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Parolo: "Vinciamo a Rennes e speriamo! Correa ago della bilancia..."

La Lazio vince all'Olimpico contro il Cluj e continua a sperare in una qualificazione 'in extremis' ai sedicesimi d'Europa League. Al termine della sfida, Marco Parolo è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, dove ha subito posto una domanda ad Antonio Cassano, presente in studio: "Antonio, che ne pensi di Luis Alberto? Io, passaggi così belli, li ho visti solo da te". Poi, dopo aver trovato la conferma dall'ex compagno di squadra, l'analisi sulla partita: "Noi se facciamo il nostro, dovremo andare a Rennes a vincere e poi vedere di là. Vogliamo chiudere quest’Europa League con una vittoria. Magari toccherà ancora a chi sta giocando meno. Dobbiamo proseguire così, continuare a vincere e vedere cosa succede. Se perderemo la qualificazione, non sarà per le ultime due partite. Finali? Siamo partiti molto bene, nel finale c’è stata anche un po’ di stanchezza, dovevamo sfruttare qualche contropiede in più, fare il secondo gol e mettere la partita in cassaforte. La differenza in Europa rispetto al campionato è proprio la fisicità. Correa? Credo che sarà lui l’ago della bilancia per la nostra qualificazione. Se conferma questo score e riesce a segnare tanti gol, allora possiamo andare anche più in avanti in campionato, Immobile è una garanzia”.

Parolo ha parlato poi anche ai microfoni di Lazio Style Channel: “Il nostro obiettivo era vincerle entrambe per dare continuità e mantenere l’ambiente positivo. Stasera era un’occasione anche per chi giocava meno. Abbiamo fatto un’ottima gara, poi siamo andati in difficoltà e avremmo dovuto trovare il secondo gol. C’è stata voglia e cattiveria, questo è lo spirito da avere per arrivare più avanti possibile. In Francia andremo per vincere, poi vedremo che succederà in Romania. Ma anche se usciremo la qualificazione di certo non l’avremmo persa in questa in due ultime due partite, piuttosto in quella contro il Celtic. Nel finale c’era stanchezza, in pochi avevano novanta minuti nelle gambe. Avremmo dovuto chiuderla in ripartenza. C’è stata però voglia di sacrificarsi su ogni pallone, devo fare i complimenti alla squadra. Ora continuiamo a lavorare sereni e andiamo avanti. L’andata in Romania? Fare zero punti in due partite col Celtic fa più male, penso sia stato quello il problema. Col Cluj non eravamo in condizione, era la prima partita. Contro il Celtic invece abbiamo fatto due partite ottime sbagliando tante occasioni e in Europa non ti perdonano nessun errore. Ora vogliamo continuare su questo percorso. L’Udinese? Come il Cluj è una squadra fisica. Servirà una partita ordinata con voglia di vincere. Dobbiamo continuare su questo trend, anche chi gioca meno ha dimostrato di tenerci alla squadra”.

Lazio, Inzaghi: "Credo di più nella qualificazione, ma quanto amaro in bocca!"

Lazio, Correa: "Ora dobbiamo battere il Rennes, oggi prova di gruppo"

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato ieri alle 23:10