Milan - Lazio, i numeri del trionfo: dominio assoluto, Luis Alberto fa il mago. E Correa...

25.04.2019 08:00 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lazio Page
Milan - Lazio, i numeri del trionfo: dominio assoluto, Luis Alberto fa il mago. E Correa...

La Lazio fa centro: nel cuore dei 4mila tifosi partiti per San Siro e in quello di chi ha sofferto da casa. Inzaghi fa centro: perché imbriglia Gattuso e il gioco del Milan, non sbaglia le scelte e raggiunge la sua terza finale in tre anni. Correa fa centro: sotto le gambe di Reina, infilando il gol lì dove sembrava non esserci spazio. La rivincita è compiuta, giusto così dopo l’eliminazione dell’anno scorso ai rigori in semifinale e dopo il caso Bakayoko-Acerbi. Vendetta servita.

DOMINIO LAZIO - In finale ci va la squadra che ha meritato di più, è la Lazio ad aver dominato il Milan, i numeri lo dimostrano. Gli uomini di Gattuso hanno tirato 6 volte - di cui 2 in porta e mai da dentro l’area -, mentre la banda di Inzaghi 14, 10 nello specchio e 7 in area. Strakosha si è sporcato i guanti in sole due occasioni, al contrario di Reina che è stato sollecitato frequentemente durante la gara (9 parate). Alla fine la Lazio ha creato 10 occasioni da rete, 6 in più del Milan, e 35 azioni manovrate contro le 28 dei padroni di casa. Anche il possesso palla nella metà campo avversaria è stato in mano ai biancocelesti, 12’52’’ rispetto agli 11’35’’ di Romagnoli e compagni, così come i chilometri percorsi: 111.037 per i rossoneri e 111.220 per la Lazio. Asfaltati.

LUIS ALBERTO DAPPERTUTTO, CORREA ARMA LETALE - Dando uno sguardo alle statistiche individuali, Luis Alberto è stato il re per tocchi palla (51), mentre Correa l’uomo che ha creato più occasioni - 3 insieme ad Immobile - e concluso più volte (4). Leiva è stato la solita diga in mezzo al campo e fonte inesauribile di passaggi ed energia: ha corso 11.647 km e completato 34 passaggi. In difesa Bastos ed Acerbi hanno brillato: l’angolano ha recuperato 7 palloni (come Lulic), mentre l’ex Sassuolo ha avuto un’accuratezza nei passaggi del 95%. Infine Romulo, sempre propositivo sulla destra, ha bruciato letteralmente il Milan raggiungendo la velocità nello scatto più alta di tutti, 32.14km/h. Letali.

MILAN BUCATO - Il gol di Correa non solo ha dato la finale alla Lazio, ma ha anche interrotto la striscia di imbattibilità del Milan in questa Coppa Italia. Nelle precedenti sfide i rossoneri non avevano incassato neanche una rete: Sampdoria-Milan 0-2, Milan-Napoli 2-0 e Lazio-Milan 0-0. Inoltre la Lazio è la prima squadra dopo la Juventus a battere i Diavoli nelle ultime 3 edizioni della coppa. Dulcis in fundo: l'ultimo gol su azione subito dalla Lazio in Coppa Italia risale al 2017 (Bartolomei del Cittadella). Da allora Lazio-Fiorentina 1-0, Milan-Lazio 0-0, Lazio-Milan 0-0, Lazio-Novara 4-1 (Eusepi rig.), Inter-Lazio 1-1 (Icardi rig.), Lazio-Milan 0-0. Bunker.

MILAN-LAZIO, LE PAROLE DI IMMOBILE

MILAN-LAZIO, LE PAROLE DI CORREA

TORNA ALLA HOME PAGE