ESCLUSIVA Radiosei - Diaconale: "La Lazio punterà ancora alla Champions. Stadio? Abbiamo un progetto"

Pubblicato il 30/05/2018 alle ore 22.25
31.05.2018 07:30 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
ESCLUSIVA Radiosei - Diaconale: "La Lazio punterà ancora alla Champions. Stadio? Abbiamo un progetto"

In un lungo intervento concesso in esclusiva ai microfoni di Radiosei, Arturo Diaconale, portavoce biancoceleste, è intervenuto in merito alle ultime questioni riguardanti casa Lazio: "Quanto è difficile stare dietro a Lotito? Lascia una certa autonomia a tutti, quindi è molto facile. Lui è un grande personaggio, se scrivessi un libro non potrei parlare anche di lui. Le dichiarazioni di Lotito? La morale di queste è molto semplice. La Lazio è in buona salute, non è un supermercato dove le squadre del Nord possono acquistare a basso prezzo".

SALTO DI QUALITà - "La Lazio può fare un salto di qualità in questo momento, che ha provato e fallito per un soffio quest'anno per una serie di circostanze di cui ora è inutile parlare. Detto questo, è pronta e decisa a fare questo salto, anche a livello europeo e internazionale. Il salto di qualità si può fare con o senza Milinkovic. Se rimanesse sarebbe importante, ma se partisse e venisse sostituito con giocatori all'altezza lo sarebbe altrettanto".

IL POST LAZIO-INTER - "Il dispiacere era molto, ed ora ovvio che fosse così. C'era delusione e rabbia per aver perso questa occasione all'ultimo istante. In quei momenti ripensi a tutta la stagione. Ogni anno comunque, la Lazio quando finisce la stagione non parla, non fa proclami a differenza di altre società. Noi seguiamo un'altra strada. Questo è uno stile". 

IL MERCATO - "I soldi che verranno investiti sul mercato verranno decisi sul momento, a seconda delle eventualità, dai giocatori che serviranno. L'unica cosa da escludere è che la Lazio faccia spese al di fuori del suo range. Non lo ha fatto mai, ed è una linea che ha premiato nel tempo. Colpi alla Klose? Si può sognare qualsiasi cosa. Però ci sono dei colpi che sono irrealizzabili. La Lazio segue un'altra strada, che è quella dell'equilibrio dei bilanci". 

STADIO - "Stadio prima della Roma? Non sono sorpreso da queste dichiarazioni di Lotito. Fanno parte del tipo di personaggio. La Lazio ha il suo progetto in testa. Ora è inutile fare proclami. Purtroppo nel nostro paese e nella nostra città tutto procede con una lentezza esasperante e con grandi difficoltà. Nel momento in cui ci saranno le condizioni, lo stadio sarà una delle esigenze della società per i propri tifosi".

I TIFOSI - "La Lazio ha grandi possibilità di riempire lo stadio tutte le domeniche come successo con l'Inter. Quest'anno è stata superata quella divisione con i tifosi. La tifoseria con l'Inter è stata da esempio per tutto il calcio, non c'è stato nessun disordine in una partita così importante". 

COLPI AD EFFETTO - "Ci sono pro e contro. Bisogna pensare nel lungo periodo. La politica dei piccoli passi ci consente di evitare questi contraccolpi. La Lazio non ha il fatturato del Real Madrid. Chi ha quei fatturati può permettersi determinate cose, non avendoli ci si deve muovere nel migliore dei modi. Questo comunque non significa non sognare. L'obiettivo? Rimane quello di puntare alla Champions".