Italia, da Lasagna a Caputo: un inspiegabile Mancini nega la Polonia a Immobile

12.10.2020 07:45 di Alessandro Vittori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Italia, da Lasagna a Caputo: un inspiegabile Mancini nega la Polonia a Immobile

Polonia - Italia, Lewandowski contro Immobile. L'attaccante del Bayern Monaco, secondo classificato nella Scarpa d'oro 2019-20, di fronte al centravanti della Lazio, campione in carica. Ma il ct dell'Italia Mancini ha vanificato tutto. Soltanto panchina per Ciro e Belotti titolare, per una nazionale che crea parecchio ma non concretizza. La partita è praticamente la ripetizione di quella del 14 ottobre 2018 e anche quella volta Immobile è rimasto in panchina. Due anni fa Biraghi nel recupero regalò la vittoria agli azzurri, scongiurando la retrocessione nella Lega 2 della Nations League, stavolta invece Acerbi, con un salvataggio miracoloso, ha difeso il pareggio.

DA LASAGNA A CAPUTO - La vera stranezza però è il fatto che di fronte a una partita così chiusa Immobile sia rimasto in panchina. All'82' quando Mancini ha richiamato Belotti a entrare è stato Caputo, così come due anni fa all'80' venne scelto Lasagna al posto di Bernardeschi. In due partite in cui l'Italia ha evidenziato la difficoltà a sfruttare le tante occasioni create, Immobile non ha collezionato nemmeno un minuto. Se la Polonia avesse tenuto fuori entrambe le volte Lewandowski per scelta tecnica, in Italia avremmo sicuramente sospettato della lucidità del ct polacco.

CALCIOMERCATO LAZIO, ESCLUSIVA CON PEDULLA'

NATIONS LEAGUE, LA DIRETTA SCRITTA DI POLONIA-ITALIA

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME PAGE DEL SITO