Lazio, Immobile oltreconfine: i mostri sacri non sono più irraggiungibili

01.11.2019 08:45 di Leonardo Giovannetti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio, Immobile oltreconfine: i mostri sacri non sono più irraggiungibili

Continua a sorprendere tutti, Ciro Immobile. Non che qualcuno abbia mai dubitato delle sue doti, ma gonfiare la rete con questa costanza e veemenza non è da tutti. Pronti, partenza, via: se hai il partenopeo in squadra molto spesso sei già in vantaggio. Fa la differenza, senza distinzione tra big e non big: le colpisce tutte. Come riporta l’odierna rassegna stampa di Radiosei, con il Torino è arrivata l’ennesima doppietta, la ventunesima in maglia biancoceleste. Dall’inizio del campionato è la quarta, numeri da capogiro. Al termine della decima giornata di Serie A, si ritrova primo in solitaria nella classifica marcatori: 12 centri, staccato Muriel solamente a quota 8. “Campo canta”, verrebbe da dire. Le parole se le porta via il vento. Sono 115 le presenze collezionate in Serie A con la Lazio, 79 i gol realizzati. Ben 99 totali dall’estate 2016. Serve altro? Forse non a chi legge, i numeri sono spiazzanti. Ma, a Ciro Immobile, forse qualcosa serve davvero: mettere nel mirino i mostri sacri del calcio.

L’ASSALTO - In casa Lazio i grandi nomi non sono più così tanto un miraggio, per Ciro Immobile. Metterlo in relazione a Crespo, Rocchi, Giordano, Signori, Chinaglia o Piola è sicuramente suggestivo, ma il bomber partenopeo potrebbe tentare l’assalto anche oltre i confini della storia del club biancoceleste. Segna da 5 partite consecutive in campionato, 6 se dovessimo contare anche l’Europa League. La sua media è pazzesca: 1,2 gol ogni 90 minuti. Non c’è partita, praticamente, che Immobile non battezzi. Lanciandoci in un’ipotetica proiezione che tiene conto di questi dati, il conto a fine campionato dovrebbe essere di 45 reti. In Europa solo Lewandoski (13 gol in 9 gare), ha fatto meglio. Il primato del numero 17 è attualmente di 29 gol, e risale al 2018. Ed ecco che nel mirino potrebbe ora entrare Higuain: l’argentino fece 36 reti nel 2015/16, battendo il record di Angelillo e Nordhal. Nessuno come lui, almeno finora…

MEDIA COMPLESSIVA - Confrontare Immobile con Messi e Cristiano Ronaldo? Si può. O almeno non è più un’impresa impossibile. La media di Ciro con la Lazio, per quel che concerne i gol, è di 0,68. Superiore a quella di CR7 in bianconero, fermo a 0,66 (26 gol in 39 partite). Si parla ovviamente di un mostro sacro vero e proprio. Nella Liga ha messo dentro il pallone un’infinità di volte, addirittura arrivò a 48 reti nel 2014/15 siglando il suo record personale. Messi, nel 2012/13, ne fece 50. Ma quali sono le medie realizzative di questi giocatori? Ronaldo è attualmente a 0,79 nei club, Messi a 0,92. C’è ancora un po’ di strada da fare, ma a Ciro Immobile piacciono le sfide. E allora caccia ai mostri sacri sia.

LAZIO, FOCUS SU CATALDI

LAZIO, ALLA RICERCA DEL TRIS

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOMEPAGE