RIVIVI LA DIRETTA - Lazio, Reina: "Qui per giocare e far crescere Strakosha come Donnarumma"

26.09.2020 07:15 di Carlo Roscito Twitter:    Vedi letture
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
RIVIVI LA DIRETTA - Lazio, Reina: "Qui per giocare e far crescere Strakosha come Donnarumma"

[premi F5 per aggiornare]

FORMELLO - Si è unito alla Lazio durante il ritiro di Auronzo, si presenterà oggi nella sala stampa di Formello. Pepe Reina alle 14.30 risponderà alle domande dei giornalisti alla vigilia dell'esordio in campionato: segui la diretta scritta delle sue parole su Lalaziosiamonoi.it. 

Prima prende parola il ds Igli Tare:

"Presentiamo il nostro 'vecchio e caro' amico Reina, per tanti anni è stato un avversario. Finalmente le nostre strade si sono incrociate. Il suo acquisto è molto importante, soprattutto per l'esperienza internazionale. Anche per il suo modo di essere, dentro e fuori dal campo. Un valore aggiunto per i prossimi anni".

Parla Reina: 

"Grazie per il vecchio (ride, ndr), sono contento di far parte del progetto. Cercherò di far crescere la squadra, è una realtà importante del calcio in Italia, ora puntiamo a crescere anche in Europa e di arrivare in alto".

Domande a Reina: 

Quanto conta la tua esperienza in Champions? Hai più presenze di ogni altro giocatore biancoceleste...

"Conta, sono orgoglioso di quanto fatto. La Lazio in Europa per tanti di noi sarà una novità. Ma parliamo di calcio, le partite vanno giocate senza timori o pensieri, con spregiudicatezza. Sappiamo giocare a calcio, dobbiamo farlo in Europa come in Italia".

Lazio è pronta per l'Europa?

"Dobbiamo essere pronti, quello che penso io è indifferente. So che a tanti dà una grinta speciale giocare bene in Europa e fare una grande Champions. Il nostro percorso è chiaro, vogliamo mantenere il livello anche in campionato con l'obiettivo di vincere. La Champions è la migliore competizione in assoluto a livello di club, sarà difficile. Ma credo che il primo obiettivo della società debba essere fare bene in campionato".

Cosa ti manca per essere ancora più realizzato in carriera?

"Tante cose, ho vinto a livello di nazionale, ho fatto parte di una generazione importante. Mi manca una Champions, un campionato da vincere da protagonista. Ho ancora fame, farò di tutto per migliorare ancora questa squadra. Ci vuole la fame giusta per ottenere grandi risultati".

Puoi aiutare Strakosha a crescere?

"Lo abbiamo già fatto a Milano, Gigio Donnarumma penso sia cresciuto parecchio negli ultimi 2-3 anni. Ovviamente la maggior parte del merito è suo. Qui non sarà diverso, farò del mio meglio per spingere Thomas ed essere pronto quando il mister avrà bisogno di me".

Hai sentito Leiva prima di venire alla Lazio?

"Il primo con cui ho parlato è stato Biglia. Mi ha parlato lui bene di questa società, poi anche con Luis Alberto e Lucas Leiva. Mi hanno raccontato degli obiettivi della società, del centro sportivo, della rosa. La chiamata del mister è quella però che mi ha convinto di più".

Che gruppo hai trovato?

"Un gruppo sano che da parecchi anni gioca insieme. Gli automatismi in campo ci sono, ora bisogna crescere ancora, avere una mentalità più vincente. Essere protagonisti e migliorarsi per obiettivi ancora più grandi".

Quando hai accettato hai pensato di giocarti il posto da titolare o di essere il vice Strakosha?

"Io rispetto che Thomas, sta facendo bene da 4-5 anni, è il presente della Lazio. Farò del mio meglio per migliorare lui e giocare il maggior numero di partite possibile".